firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Indagini carabinieri

Stupro Viale Europa: Tutto falso

La donna prima di inventarsi la storia dello stupro aveva presentato una denucia per stalking
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Un intero quartiere rimase scioccato, ammutolito, di fronte alla notizia della violenza sessuale avvenuta lo scorso 29 settembre in Viale Europa. La vittima, una barista 39enne, trovata in strada seminuda e priva di sensi. Il racconto della donna aveva lasciato atterriti, mentre apriva il bar alle sei di mattina era stata presa alle spalle da un uomo con un cappuccio, poi trascinata in un giardino pubblico e infine violentata. La vittima, aveva parlato anche di un donna accanto al violentatore.

L'altro giorno il colpo di scena, la 39enne si sarebbe inventato tutto, a dimostrarlo le indagini dei carabinieri. Gli inquirenti, dopo aver ricostruito minuziosamente la vita della donna, si sono concentrati su alcuni sospetti, che sono risultati totalmente estranei alla vicenda. Alla fine si sono dovuti arrendere all'evidenza, il racconto della barista non stava in piedi. Così quella che da principio era la vittima, adesso è diventata l’indagata.

Quella mattina la donna era stata soccorsa da un passante, che l’aveva trovata tramortita e coi vestiti a brandelli. Accanto al corpo un coltello e un batticarne. Si disse all’epoca ‘oggetti compatibili con le ferite riportate’, ma le prime analisi mediche diedero esito negativo ad un’eventuale violenza sessuale.

Oggi dopo 4 mesi quelle analisi trovano piena conferma. Resta da capire il perché di una simile bugia. Il particolare interessante è la denucia per stalking che una settimana prima della millantata violenza la donna aveva presentato. Si tratterebbe di un piano studiato a tavolino? Forse voleva vendicarsi di un vecchio amore? A queste e ad altre domande cercheranno di dare una risposta gli investigatori, ancora a lavoro per venire a capo della vicenda.

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionefirenze@ilsitodifirenze.it