firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
sentenza

Camorra in Toscana, condannati affiliati clan Mallardo che facevano affari in Valdarno

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

La camorra è anche in Toscana, lo ha stabilito il tribunale di Napoli che ieri ha condannato a 14 anni di reclusione Antimo Liccardo, e a 4 anni Loredana De Felice, con l'accusa di associazione mafiosa, riciclaggio e intestazione fittizie di società.

 

Liccardo e gli altri imputati, secondo i magistrati, gestivano in Valdarno gli affari del clan Mallardo. Infatti le due società utilizzate per riciclare i soldi del clan, oltre un milione di euro, la Valdarno Costruzioni Srl e la Soc Edileuropa 2 srl, hanno entrambe sede a Figline e Incisa. Il denaro, secondo gli investigatori, è stato investito nella costruzione di fabbricati residenziali a Loro Ciuffenna, Montevarchi e Reggello.

 

Liccardo, dipendente comunale di Giugliano in Campania, è il cognato del boss Francesco Mallardo, alias Ciccio ‘e Carlantonio, capo dell'omonimo clan.

 

Nel processo, svolto con rito abbreviato, è scattato anche il non luogo a procedere per avvenuta prescrizione per Paolo Liccardo, consigliere comunale e nipote di Antimo, accusato di riciclaggio aggravato, mentre Michele Quaranta, imprenditore aretino, è stato assolto.

 

Lo scorso anno si tenne il blitz, condotto dal Servizio centrale Operativo, con gli agenti della sezione criminalità organizzata delle Squadre mobili di Napoli e Firenze, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia, che portò alla luce gli affari del clan Mallardo, tra la Campania e la Toscana, fatto di droga, armi e riciclaggio di denaro.

 

Il clan camorristico è uno dei più influenti e si pone ai vertici dell'organizzazione mafiosa, come scrive anche la Direzione Investigativa Antimafia (DIA) nel luglio del 2017.
“Un ruolo preminente è stato riconosciuto dagli altri sodalizi federati al gruppo Mallardo“ proprio all'interno dell'Alleanza di Secondigliano.

 

Un duro colpo per gli affari della camorra in Toscana.

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionefirenze@ilsitodifirenze.it