firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
In gol Bonucci, Jojo, Matri

Juventus - Fiorentina: risultato 2 a 1

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Juventus – Fiorentina apre la nona giornata del girone di andata del Campionato di Serie A 2011 – 2012. Queste le formazioni ufficiali scelte da Sinisa Mihajlovic e Antonio Conte che alle 20:45 sono scese in campo:

 

Juventus: Storari; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Marchisio, Pirlo, Vidal; Pepe, Matri, Vucinic. A disp. Manninger, Pazienza, Del Piero, De Ceglie, Elia, Quagliarella, Estigarribia. All: Conte.

 

Fiorentina: Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual; Munari, Behrami, Kharja; Cerci, Jovetic, Vargas. A disp. Neto, Silva, Gilardino, Nastasic, Lazzari, Ljajic, Romulo. All: Mihajlovic.

 

Arbitro: Daniele Orsato della sezione di Schio, coadiuvato dagli assistenti Marzaloni e De Luca, quarto uomo Banti.

 

 

 

Juventus e Fiorentina i sfidano con motivazioni diverse: i bianconeri tenteranno di mantenere il passo e di superare l'Udinese prima in classifica a due punti di distanza, mentre i Viola cercano una partita di carattere per rilanciarsi in una stagione che, già dopo sette turni, è zoppicante. Sul banco degli imputati, per la stragrande maggioranza dei tifosi e della stampa, c'è il tecnico Sinisa Mihajlovic, che è chiamato ad una risposta sul campo da parte dei suoi. L'ambiente cittadino è già in ebollizione: una sconfitta con onore potrebbe essere accettata, ma una disfatta, sotto forma di carenza di gioco (che dopo un anno e mezzo di conduzione del serbo, ancora non si è visto, tranne in rarissimi momenti) ed impegno, innescherebbe una contestazione ben più pesante di quelle viste fino ad oggi. Andrea Della Valle è stato chiaro: per questa partita esige il massimo da tutti i componenti della Fiorentina.

Inizia la partita e la prima conclusione è un tiro di prima intenzione di Vargas che raccoglie fuori area una respinta della difesa, ma svirgola malamente, sulla ripartenza ottima occasione per la Juve con Pepe, ma Boruc esce e respinge, lo stesso al 6' manda in corner una botta da fuori di Marchisio. Dopo i primi minuti la Fiorentina si ritrova schiacciata nella sua area, incapace di organizzare una manovra offensiva efficace, alla Juve, di contro, manca la precisione dell'ultimo passaggio. Al 12' paperona di Boruc che non trattiene un tiro non irresistibile di Vidal e Bonucci ribadisce facilmente in rete: Juventus 1 – Fiorentina 0. La Juventus continua a costruire gioco, i Gigliati vagano raminghi per il campo. Al 22' Boruc salva ancora una volta in uscita su Pepe e al 27' (di testa) su Matri: Viola in affanno. Al minuto trentatré Vicinic, solo, controlla in area e calcia sul primo palo, il portiere polacco blocca basso. Al 43' Vucinic grazia la Fiorentina facendo la barba al palo con un tiro da posizione decentrata. Orsato assegna 2' di recupero ed allo scadere i bianconeri hanno l'ennesima occasione con una bella discesa che porta al tiro di prima intenzione Matri che per fortuna calcia tra le braccia di Boruc.

 

Termina il primo tempo: una sola squadra in campo, si ha notizia della presenza della Fiorentina solo leggendo le formazioni ufficiali dell'incontro.

 

Inizia la ripresa con Gilardino che subentra ad Alessio Cerci, vittima di un leggero fastidio muscolare. Al 1' minuto la Fiorentina trova un angolo sul quale Storari devia, non senza difficoltà, una schiacciata di Jovetic. La Fiorentina appare più dinamica, certo rispetto al primo tempo non è che ci volesse tanto...al 53' Gilardino gira debolmente di testa un cross proveniente da sinistra. Al 57' Jovetic compie un altro capolavoro: raccoglie una palla dalla lunetta e segna una rete fotocopia della seconda messa a segno col Catania.

Non c'è il tempo di festeggiare che al 64' Matri gela le speranze Viola: raccoglie un pallone filtrante dal limite dell'area e dal centrodestra trafigge il numero uno Gigliato.

Al 67' Orsato punisce la reazione del numero 85 Behrami col giallo: diffidato salterà la partita col Genoa, un minuto dopo miracolo di Boruc su tiro (alla Jovetic) di Matri. Al 70' un inesistente Vargas dà segno della sua presenza uscendo dal campo, entra Adem Ljajic. Anche Gianni Munari va a fare compagnia a Behrami tra gli ammoniti per una fallo a centrocampo al 75'. Primo cambio per i bianconeri al 77': esce Vucinic, entra Estigarribia. L'entropia dei Viola sembra aver preso di nuovo il sopravvento, mancano 10' al 90°: solo un guizzo di un campione potrebbe garantire un immeritato pareggio, sicuramente trovare il pari attraverso il gioco, con l'attuale guida tecnica, appare come un miraggio. Al minuto 83 esce Kharja e subentra Santiago Silva, nello stesso minuto Marchisio viene ammonito per un fallo su Behrami. De Ceglie al minuto 86 rileva l'autore dell'assist a Matri: Pepe. Un minuto dopo Pazienza rileva Vidal. Banti assegna 4' di recupero: 240 secondi alla fine del calvario Viola. Giallo per un nervoso Natali al 92'. Termina la partita: la Juventus vince meritatamente.

 

La Fiorentina ha giocato, ad esagerare, per un quarto d'ora dei novanta totali. Troppo poco per sperare di strappare un risultato positivo a Torino. Jovetic ha regalato per pochi minuti qualche illusione con il momentaneo pareggio, ma come sempre il gioco di squadra è stato il grande assente.

Mihajlovic ieri aveva dichiarato che la Fiorentina a Torino avrebbe disputato una grande partita ed invece ha regalato una prestazione come le sua affermazione: imbarazzante. La Juventus ha fatto 14 tiri nello specchio della porta, i Viola 1 (il gol di Jojo). A questo punto non ci resta altro che porre un solo quesito: quante umiliazioni dovrà subire ancora la Fiorentina prima che la Società si decida a cambiare la guida tecnica della squadra?

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionefirenze@ilsitodifirenze.it