firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Peretola

FI: "Potenziare l'aeroporto di Firenze, Renzi sblocchi la situazione"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Una lettera al Presidente del Consiglio Matteo Renzi affinché utilizzi i poteri di cui dispone per sbloccare lo stallo che impedisce il potenziamento dell’aeroporto fiorentino di Peretola. A firmarla il candidato sindaco di Firenze di Forza Italia Marco Stella e l’eurodeputato Paolo Bartolozzi. Iniziativa presentata stamani nel corso di una conferenza stampa a cui ha partecipato anche il consigliere regionale di Forza Italia Nicola Nascosti.

 

«Lo sviluppo della principale infrastruttura fiorentina non può essere bloccato per 400 metri. Dopo 20 anni di dibattiti e veti sembrava che la politica avesse finalmente deciso: sì alla nuova pista e sviluppo dell’aeroporto di Firenze per renderlo in grado di collegarsi con Istanbul e Mosca. Ma ora – hanno ricordato i tre firmatari della lettera nel corso di una conferenza stampa – sembra che per 400 metri da aggiungersi ai due chilometri previsti, indispensabili ma misteriosamente non calcolati dai tecnici nel progetto, tutto si debba arenare ancora una volta».

 

«Quattrocento metri: la lunghezza di un giro di una pista di atletica: e pensare che il primatista mondiale dei 400 metri impiega 43 secondi per percorrere la distanza e il centrosinistra ci mette più di 20 anni per decidere. Noi non abbiamo mai preteso che quello di Firenze diventasse un aeroporto intercontinentale, ma non ci stiamo neppure a vederlo ridotto a poco più di un aeroclub. Qui – hanno aggiunto Stella, Bartolozzi e Nascosti – si tratta di garantire lo sviluppo del nostro territorio e di tutelare gli abitanti di Peretola e Quaracchi: basta essere presi in giro, la sinistra che governa Regione, Provincia e Comune trovi una soluzione», hanno incalzato i tre esponenti azzurri.

 

 

«Per questo motivo abbiamo scritto al Presidente del consiglio, perché oggi se vuole lui può sbloccare la situazione in cinque minuti. Oggi come ieri, a noi sta a cuore lo sviluppo del territorio e dell’economia di Firenze e della Toscana. Facciamo un appello alla politica e a tutti coloro che sono per Firenze: noi ci siamo», hanno concluso Stella e Bartolozzi.

 

Di seguito il testo integrale della lettera:

 

Egregio Presidente del Consiglio,

 

 

Sono più di venti anni che sentiamo discutere della nuova pista e del potenziamento dello scalo di

Peretola. Adesso Firenze e la Toscana non possono più aspettare.

Lei per primo, da Presidente della Provincia e quindi da Sindaco di Firenze, ha evidenziato la

necessità di fare veloce, affinché il nostro territorio non perda competitività, le nostre imprese

possano confrontarsi con un mercato sempre più globale, i nostri imprenditori possano volare verso

nuovi mercati e i turisti e i fiorentini atterrare in un aeroporto moderno e funzionale.

Oggi non sono più consentiti passi falsi o equivoci: Presidente, ci dica da che parte sta, se con lo

sviluppo di Peretola e la nuova pista o con chi vuole di fatto chiudere lo scalo fiorentino.

Oggi Lei ha, da Presidente del Consiglio, il potere di poter decidere sull’aeroporto di Peretola a

prescindere da tutto e tutti, e gli strumenti necessari per poter influire sulle scelte strategiche per la

nuova pista: Le chiediamo di farlo.

Lei ha annunciato che nel 2017 Firenze potrebbe ospitare il G8, e che grazie a questo evento a

Firenze potrebbero arrivare 200 milioni. Noi non apparteniamo alla categoria dei “gufi”, per questo

abbiamo applaudito all’iniziativa, ma Le chiediamo di fare di più. Lei potrebbe usare i poteri che

derivano dall’organizzazione dell’evento per accelerare la costruzione della nuova pista e creare

un sistema aeroportuale toscano vero attraverso una sinergia tra Firenze e Pisa. Non vorremmo che

i grandi della terra che arrivano a Firenze dovessero essere costretti ad atterrare all’aeroporto di

Bologna: non sarebbe un bel biglietto da visita.

Oltre a questo il PIT regionale prevede una pista da 2mila metri e costi indiretti – quali le opere di

mitigazione – che nei fatti rischiano di bloccare ancora una volta il potenziamento di “Peretola”.

E’ evidente che la strada per lo sviluppo del Vespucci è lastricata di buone intenzioni, cui tuttavia

non sono seguite conseguenti azioni. Ora basta. Noi siamo pronti a fare la nostra parte, con grande

senso di responsabilità e a prescindere dal colore politico, scegliendo per il bene di Firenze di

stare con chi si batterà per la nuova pista e consentendo finalmente di avere a Firenze un aeroporto

moderno che collegherà la nostra città con il resto del mondo. Attendiamo di sapere Lei da che parte sta.

 

 

Marco Stella, candidato sindaco di Firenze

Paolo Bartolozzi, europarlamentare

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionefirenze@ilsitodifirenze.it