Firenze atti osceni in luogo pubblico: denunciato

Firenze atti osceni in luogo pubblico. Firenze non è solo ricca di monumenti, arte e cultura. Il capoluogo fiorentino è anche dotato di spazi verdi in cui i cittadini possono rilassarsi. Uno tra questi è Villa Strozzi in Via Soffiano. L’area verde, però, mercoledì scorso è stata lo scenario di una brutta vicenda.

Un uomo nigeriano di 32 anni avrebbe praticato dell’autoerotismo all’interno del parco, in prossimità di tanti bambini. Ciò ha dato inizio alla denuncia nei confronti dell’uomo, che ha anche aggredito un agente di polizia. Ecco i dettagli su quanto accaduto nel parco di Villa Strozzi a Firenze:

Firenze atti osceni in luogo pubblico

Firenze atti osceni in luogo pubblico: ecco i dettagli sconvolgenti della vicenda

Stando alle prime ricostruzioni del caso, mercoledì scorso, ovvero, mercoledì 8 maggio 2024, pare sia scattata una denuncia nei confronti di un uomo di origini nigeriane. A quanto pare, l’uomo di circa 32 anni, sarebbe stato denunciato dalla polizia per atti osceni in luogo pubblico. Il sopralluogo da parte degli agenti della polizia locale di Firenze sarebbe avvenuto a seguito della segnalazione da parte di un altro cittadino. Da quanto rinvenuto, durante le ore della prima serata, intorno alle 19 di mercoledì 8 maggio, il cittadino si sarebbe accorto di un comportamento anomalo. Il 32enne sarebbe stato colto nel praticare dei chiari gesti di autoerotismo dietro ad una siepe.

La vicenda si sarebbe svolta nel parco di Villa Strozzi in Via di Soffiano. Il parco è molto frequentato da minori di qualsiasi età, partendo dai bambini fino ad arrivare agli adolescenti. Ed infatti, anche al momento della vicenda, pare che ci fossero molti minori presenti. A seguito della segnalazione da parte del cittadino, la polizia sarebbe accorsa immediatamente. Quando sono arrivati, però, i poliziotti avrebbero trovato il nigeriano in piena tranquillità seduto su una panchina del parco. Stando a quanto rinvenuto, durante i rilievi del caso, il nigeriano avrebbe attaccato un agente della polizia colpendolo al petto. Fortunatamente, pare non aver arrecato alcun danno al poliziotto.

Tali elementi sarebbero stati decisivi nel prendere provvedimenti nei confronti dell’uomo di 32 anni. Infatti, siccome sul luogo erano presenti dei bambini, per lui non sarebbe scattata una generica multa. Bensì, la gravità del fatto, gli avrebbe fatto avere una denuncia per atti osceni in luogo pubblico e nelle immediate vicinanze di minori. Inoltre, pare che sia stato denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale. Ciò come conseguenza dell’aggressione all’agente di polizia. Il cittadino sarebbe poi stato portato in Via Zara. Qui sottoposto ad un processo di identificazione.

POTREBBE INTERESSARTI