Furti Firenze a Porta al Prato: numerosi danni a auto – ecco cosa è accaduto

Furti Firenze a Porta al Prato, numerosi sono i danni arrecati alle auto. La situazione sta diventando insostenibile. Vediamo qui cosa è accaduto e qual è la situazione ora.

Il problema dei furti di auto e della criminalità in generale sta crescendo un po’ in tutta la nazione ed anche in Toscana le condotte criminose stanno subendo un aumento.

Furti Firenze

Furti Firenze a Porta a Prato: ecco cosa è accaduto

Raffica di auto con i vetri rotti nella zona di Porta al Prato. La scorsa notte, nella zona di Porta al Prato, tra via Montebello, via il Prato e piazza Vittorio Veneto, si è verificato un nuovo episodio di furti su auto. Questo evento si aggiunge a una lunga serie di simili incidenti avvenuti di recente in città.

Eike Schmidt, candidato sindaco, ha dichiarato: “La notte scorsa, nell’area dell’ex Teatro comunale, sono stati distrutti i vetri di una ventina di auto parcheggiate. È stata un’altra notte di devastazioni in città. Alcuni residenti hanno subito questi atti vandalici per la settima volta in pochi anni. Anche un autobus e auto di turisti sono stati danneggiati. Dopo la rimozione della sorveglianza privata attorno alla ruota panoramica, smantellata pochi giorni fa, la criminalità ha ripreso di mira la città.”

Schmidt ha aggiunto: “Durante il giorno, i tossicodipendenti bivaccano e vagano ovunque, mentre gli spacciatori operano indisturbati lungo la direttrice delle Cascine. La situazione persiste da anni e le segnalazioni risalgono al 2018. I comitati cittadini sono stati ignorati. L’amministrazione non ha dato risposte, neanche rispettando il Patto per la Sicurezza.”

Criticando l’attuale amministrazione, Schmidt ha detto: “Per anni, l’amministrazione Nardella ha parlato di ‘insicurezza percepita’: l’unica percezione distorta è quella di chi nega l’esistenza di un problema di sicurezza a Firenze.”

Schmidt ha concluso: “La candidata sindaca ha dimostrato quanto poco le importi la sicurezza non partecipando all’unico confronto su questo tema a Santo Spirito durante la campagna elettorale. Noi, invece, consideriamo la sicurezza una priorità. Una volta alla guida della città, utilizzeremo al meglio le risorse disponibili, istituendo presidi fissi su tutto il territorio. Non è accettabile che Firenze abbia aree fuori controllo in balia di spacciatori e delinquenti.”

Il neo presidente del Quartiere 1, Mirco Rufilli, ha risposto a Schmidt: “Appena ho saputo degli atti vandalici alle auto in piazza Vittorio Veneto e via Montebello, ho parlato con i residenti, giustamente arrabbiati, e con la Polizia municipale presente sul posto. Questo fenomeno è inaccettabile. Come nuovo presidente del Quartiere 1, mi impegno a prendere tutte le misure necessarie per prevenire tali atti, iniziando con il potenziamento dei vigili di quartiere, coordinandomi con Palazzo Vecchio e tutte le forze di polizia.”

POTREBBE INTERESSARTI