Rapina con coltello in copisteria: ecco cosa è successo a Empoli

Rapina con coltello in copisteria ad Empoli, questo è quanto pare sia accaduto in provincia di Firenze. Sembra che un uomo dopo aver minacciato con un coltello il proprietario della copisteria sia poi scappato con i soldi dell’ incasso.

La giornata calda ed afosa di oggi è stata squassata da una rapina ad ora di pranzo nel centro di Empoli. Sembra che un uomo armato di coltello abbia messo a segna una rapina in una copisteria di Empoli scappando poi con l’ incasso e gettando via il telefono cellulare dell’ uomo che stava provando a lanciare l’ allarme.

rapina con coltello

Rapina con coltello a Empoli in copisteria: ecco quali sono i fatti

Ieri, giovedì 20 giugno, intorno all’ ora di pranzo, la Copisteria Universale di piazza Dalmazia pare che sia stata teatro di una rapina con tanto di coltello. La polizia sarebbe intervenuta intorno alle 13:30, ha ricostruito l’accaduto: un uomo col volto completamente coperto pare sia entrato nel negozio, avrebbe poi minacciato il proprietario con un coltello e si sarebbe infine fatto consegnare l’incasso della mattinata.

Durante l’aggressione, erano presenti anche due clienti. Una di loro ha cercato di usare il telefono, probabilmente per dare l’allarme, ma il malvivente se ne è accorto, le ha strappato il cellulare di mano ed è fuggito. Gli agenti che pare siano arrivati in pochi minuti, pare abbiano trovato il coltello e il telefono nelle vicinanze del negozio, ma non sarebbero riusciti a recuperare altro. Sembra che dell’ uomo che avrebbe messo a segno la rapina nella giornata di oggi si siano perse le tracce.

Il proprietario della copisteria sita in Empoli avrebbe dichiarato che fortunatamente non c’era una grande somma di denaro in cassa e che quindi il danno subito non sarebbe di grande entità.
Ovviamente la rabbia è tanta, perché essere vittime di una rapina non è mai semplice e tra la paura, lo spavento ed il dolore del torto subito non è facile.

Secondo il codice penale italiano, la rapina è un reato grave (art. 628). Consiste nel sottrarre beni mediante violenza o minaccia. L’uso di un’arma, come un coltello, aggrava la pena. In un recente caso, un uomo col volto coperto ha rapinato una copisteria, minacciando il titolare con un coltello. Questo è quanto dispone il Codice Penale italiano in materia di rapina.

POTREBBE INTERESSARTI