firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
Warning: Creating default object from empty value in taxonomy_term_page() (line 33 of /var/www/pressflow/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc).

bande

Warning: Creating default object from empty value in taxonomy_term_page() (line 33 of /var/www/pressflow/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc).

Lodi, si teme una guerra di bande

gangs of new york

Molti cittadini pensano ancora che Lodi sia, sostanzialmente, un posto tranquillo, bucolico, che non risente dei problemi dell'hinterland milanese.
Purtroppo questo è un errore di valutazione, compiuto anche da alcuni amministratori, che ha portato a sottovalutare negli ultimi anni il fenomeno delle risse da strada, con annessi accoltellamenti e ricoveri in ospedale.

Disordini in Inghilterra

David Cameron lascia la Toscana - La famiglia resta

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Proseguono la loro vacanza in Toscana i familiari di David Cameron. Il premier inglese, infatti, ieri sera è dovuto tornare a Londra con un volo da Pisa, vista la gravità della situazione in Inghilterra, dove in alcune città sono scoppiati violenti scontri tra bande e forze dell'ordine. Cameron era arrivato il 30 luglio con la famiglia nella villa Petrolo di Mercatale Valdarno (Arezzo).

Milano

Guerra tra bande, 6 arresti per omicidio peruviano

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Sono sei i peruviani arrestati dagli agenti della Squadra mobile di Milano, per concorso nell'omicidio di Luis Alberto Bautista Solis, 22enne originario dell'Ecuador, ucciso il 16 gennaio scorso con 18 coltellate. L'omicidio avvenuto in viale Fulvio Testi a Cinisello Balsamo è riconducibile, secondo gli inquirenti, alla guerra tra bande giovanili sudamericane, in questo caso tra quella dei 'Trinitariò (composta in prevalenza da dominicani ed a cui la vittima si era recentemente avvicinato) e quelle dei 'Comandò e dei 'Danger', formate in prevalenza da cittadini peruviani.

Come un flash mob, ma in realtà è una rissa tra bande cinesi

Le modalità per l’appuntamento sono state le stesse del flash mob. Ma il risultato si è rivelato molto di verso dagli usuali intenti che usano  il nuovo linguaggio comunicativo in voga sui nuovi media, soprattutto per l’inaudita violenza.  Il tam tam per l’incontro nel centro di Torino è  partito via sms: luogo,data e ora, ma l’oggetto era una rissa probabilmente tra bande rivali.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]