firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
esclusivo

Aggressione al Parco delle Cascine, prostitute nigeriane picchiano giornalista. Contuso un poliziotto - GUARDA IL VIDEO

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Mercoledì alle 13.30 al Parco della Cascine, in via del Visarno, il nostro redattore Matteo Calì è stato aggredito, durante le riprese di un servizio sul Nuovo Teatro dell'Opera, da quattro prostitute nigeriane. Nel corso di un servizio su quello che è il mondo 'nascosto' dietro l'imponente struttura costata oltre 260 milioni di euro che è ancora in fase di ultimazione nonostante le tre inaugurazioni. Una realtà con vista teatro fatta di droga e prostituzione. E proprio al termine del blocco di riprese è avvenuta l'aggressione. Calì è stato colpito prima da due donne alle quali si sono aggiunte immediatamente le altre due.

 

Colpito con pugni, calci, sputi e alcuni oggetti di plastica, il nostro redattore è finito a terra con le donne che lo hanno colpito con pugni e calci tra l'indifferenza generale dei passanti. L'obiettivo era quello di rubare la telecamera con le immagini, nonostante pochi minuti prima una stessa prostituta che aveva finito il rapporto con un cliente aveva risposto alle nostre brevi domande. Un atto d'ira alla vista della telecamera e alle riprese da lontano.

 

Con una vistosa ferita al collo, Calì è riuscito a fuggire e a chiamare il 113 che è arrivato in pochi minuti sul posto con tre volanti e una vettura in borghese della IV squadra volanti della Questura di Firenze coordinate dal dottor Roberto Sbenaglia. Gli agenti hanno chiuso le vie d'accesso alla zona dell'aggressione riuscendo ad individuare immediatamente le quattro donne in fuga sotto i ponti verso piazza Puccini. Nella corsa le donne hanno opposto resistenza agli agenti colpendone anche uno con calci causandogli una contusione.

 

Portate in Questura sono state denunciate per lesioni aggravate, minacce, resistenza a pubblico ufficiale e tentata rapina e rilasciate dopo qualche ora. Il nostro redattore è stato portato dagli agenti al pronto soccorso di Santa Maria Nuova dove gli è stato riscontrato un trauma cranico e ferite guaribili in dieci giorni.

 

Tutto nato per un servizio sul Nuovo teatro dell'Opera di Firenze, che già vanta prestazioni di cui sopra in termini di costi e lavori, e che purtroppo nasconde dietro la sua imponenza un mondo fatto di droga e prostituzione. Un mondo conosciuto da anni che non si è mai cercato di combattere con azioni mirate contro i clienti tese a scoraggiare la prostituzione per strada a tutte le ore del giorno. In ogni genere. Non si possono mantenere le Cascine in queste condizioni solo per una 'tradizione' che dice che lì ci sono, da sempre, le prostitute. Lì c'è il degrado e zone d'ombra incolmabili come quelle dietro al Nuovo Teatro dell'Opera che nonostante la sua grandezza nasconde solo apparentemente quello che accade appena si gira il muro.

 

Appare troppo stupido e intelligente pensare che un'opera di queste dimensione e costi potesse comunque riuscire a destinare risorse per una riqualifica generale dell'area che andasse oltre l'ingresso conoscendo, chi amministra Firenze, perfettamente i problemi di quella zona. E per capirsi il tutto avviene anche alla solita distanza da Fosso Bandito, il locale, che bontà sua, doveva essere l'inizio secondo il Comune di Firenze di una nuova vita del Parco delle Cascine. Mah, chissà in quale film..

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]