firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Da 1,20 € a 1,50 €

Rincaro dei biglietti ATAF - Galli: "La Regione spieghi ai cittadini”

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Questo l’intervento del capogruppo di Lista Galli Giovanni Galli insieme al suo vice Massimo Sabatini: “L’aumento deciso per i biglietti di tutti i bus delle città toscane dalla Regione dal gennaio 2013 è non solo pesante (+25%, da 1,20 a 1,50 per il titolo Ataf) ma anche incomprensibile. L’assessore ai trasporti Ceccobao deve spiegare ai cittadini questa gestione schizofrenica del trasporto pubblico. Prima si afferma che per salvarlo occorre accorpare: niente più servizi locali ma un bando unico regionale. Bene. Poi che non basta, perché le strutture che comunque insistono sul territorio non sono sostenibili, e di qui la scelta di vendere ai privati, ‘spacchettando’ le varie aziende (Ataf compresa). Bene. Oggi scopriamo che, per salvare il trasporto pubblico, occorre aumentare i prezzi dei biglietti. Ma allora a cosa è servito tutto il percorso precedente? Tanto valeva aumentare da subito i prezzi e salvare così le aziende pubbliche. In questo modo, invece, oltre a gravare economicamente sui cittadini già tartassati a causa della crisi, si fa un assist incomprensibile ai privati, per i quali la strada, dal momento del subentro nelle proprietà delle aziende oggi pubbliche sarà tutta in discesa. Così facendo, la Regione risolve infatti subito per loro la bega più grossa: appunto l’aumento del titolo di viaggio, perché?
Troviamo tutto questo inaccettabile. Chiederemo anche all’amministrazione comunale che cosa pensa di questa scelta da parte della Regione”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]