firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Società vs Supporters

Fiorentina e tifosi: La Guerra dei Roses

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Proponiamo per i lettori de Il Sito di Firenze, un interessanttissimo e circostanziato articolo di Silvia Nanni, pubblicato sulle pagine di www.dodicesimouomo.net, il portale numero uno del tifo Viola.

 

"È sempre spiacevole dover rendere conto dei propri sentimenti e, soprattutto, fa male doversi difendere dalle accuse di scarso attaccamento e devozione all’amato bene, se si osa muovere una critica o metterlo in discussione.

“Mi ami?...ma quanto mi ami?”

Non è solo il ritornello di un vecchio spot televisivo; sono domandine, odiose e petulanti, che hanno tediato - almeno una volta - le relazioni amorose della stragrande maggioranza di noi.

La goccia che scava nella roccia, modello supplizio, non è però il peggio a cui possiamo andare incontro. Il fondo lo si tocca quando, dopo aver giurato e spergiurato eterno e inossidabile amore, la controparte - compiaciuta e satolla – rincara la dose della follia amorosa decretando: “se è vero che ami, allora stai zitto”!

L’amore è cieco, è un sentimento irrazionale, folle e, raramente, chiede un equivalente corrispettivo.

Amare una squadra di calcio, qui a Firenze, è sempre stato un sentimento nobile e puro, completamente svincolato dai risultati e dalle soddisfazioni sul campo.

E’ una passione forte, sanguigna, viscerale che vive di eccessi, nel bene e nel male: si urla di gioia ma anche di dolore, si loda per amore ma, per lo stesso amore, si può arrivare a criticare.

Non è giusto chiedere una perpetua acquiescenza ma, soprattutto, è irrispettoso etichettare chi alza la voce come uno “pseudo tifoso”.

La parola pseudo racchiude in sei lettere tutto il disprezzo per chi, criticando e contestando, non è più degno di potersi dichiarare tifoso punto e basta.

Quando si ama si tende a perdonare, a passare sopra a piccoli torti e dolorose delusioni

Quando, però, chiudere gli occhi e mordersi la lingua fa soffrire troppo, quando si teme che accondiscendenza e timorosi silenzi possano fare più male che bene al rapporto, allora è il momento di parlare, di affrontare il problema, di guardare in faccia la realtà, di chiedere chiarezza.

Nessuno ha mai preteso l’impossibile: solo un progetto, un futuro, la voglia e l’entusiasmo per ricominciare un’altra storia, per scrivere un nuovo capitolo, per vivere una nuova avventura.

Nessuno, però, può permettersi di denigrare una parte della tifoseria, mettendo in discussione il suo amore per la Fiorentina.

Minacce di non entrare allo stadio, ripicche e accuse sono la moneta con cui, chi osa uscire dal coro, viene pagato.

A Firenze va in scena la Guerra dei Roses…tutti contro tutti…".

 

 

Fonte: dodicesimouomo.net - Silvia Nanni

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]