firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Rifacimento della facciata

Basilica di San Lorenzo: non roviniamo la sorpresa

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

In una giornata di sole, qualcuno si appresta ad entrare nella basilica di San Lorenzo. Valuta la situazione osservando la facciata grezza, con quel suo bugnato arcigno e scuro, non aspettandosi nulla di buono. Ma, varcata la soglia, eccolo accolto dalla penombra accattivante. Abituato l'occhio ed in prudente rispetto, si avventura a lenti passi, quasi furtivo.

La luce scende morbida, un po' sbieca dall'alto a carezzare le svelte colonne della navata. Così, in quella inaspettata “Agorà chiusa” sembra di potersi imbattere in personaggi risorti dalla antica Atene, venuti apposta per darsi convegno qui: nell'incanto del Tempio dove si coniugano a meraviglia Fede ed Iperuranio. Il nostro vorrebbe restare lì, ma deve andarsene, non prima però che il suo sguardo indugi sulle geometrie perfette della facciata interna di Michelangelo.

Per cortesia non fate la facciata esterna al capolavoro del Brunelleschi, lasciate stare. Si perderebbe la sorpresa di questo contrasto, non resterebbe nulla da scoprire e forse, anche la memoria (o la speranza) di un mondo delle idee quali sostanze immutabili ed eterne. Non incontreremmo più il sogno di Platone e ci resterebbe meno da pensare.

 

Donato Mongatti - Il Sito di Firenze

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]