firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
curiosità

Firenze alternativa: non solo musei

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Firenze è sicuramente una delle mete turistiche più amate, essendo una delle città emblema della cultura e del Made in Italy. Un luogo senza tempo che ospita molti capolavori dell'arte e dell'architettura rinascimentale, “culla” di alcuni dei musei più famosi al mondo. Grazie al suo patrimonio culturale unico e prezioso, ogni anno la città toscana attira innumerevoli flussi di turisti che accorrono da ogni parte del globo per prendere d’assalto la Galleria degli Uffizi, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Battistero, Palazzo Pitti e molto altro.

Per tutti questi motivi ovviamente, soggiornare nel capoluogo fiorentino può avere un costo piuttosto alto rispetto ad altre città. Ad incidere sul prezzo delle camere c'è anche la tassa di soggiorno, il cui costo è stato adeguato a ciò che la città offre. 

 

Firenze: organizzare un soggiorno alla scoperta dei Musei
Dopo aver chiarito che Firenze è una delle cittàcol patrimonio artistico più vasto d'Italia, andiamo a vedere quali sono i musei preferiti da parte dei viaggiatori che si avventurano per le strade della città. Prima di tutto è consigliabile buttar giù un programma in cui si decide quali giorni dedicare a quali musei. Sarebbe ideale poter visitare le varie strutture in giorni infrasettimanali, per non trovarsi completamente imbottigliati in lunghe file. Inoltre, è meglio prepararsi prima per non ritrovarsi davanti ad un museo chiuso, ad esempio il giorno di riposo della Galleria degli Uffizi è il lunedì. Un altro consiglio è quello di controllare prima i biglietti, in quanto molti luoghi del polo museale sono collegati e si possono fare dei biglietti cumulativi che permettono di risparmiare non poco!

 

Cosa vedere nel capoluogo toscano: la Firenze “alternativa”
Firenze non deve essere data per scontata, “riducendola ai soliti musei”. Sebbene visitare gli Uffizi sia d'obbligo, esistono molte attività alternative per scoprire il lato più goliardico della città. Ecco perché vale la pena prenotare una camera una seconda e terza volta anche per scoprire il resto, magari andando un po' fuori dal centro o, soprattutto se si viaggia in famiglia, scegliendo soluzioni che applichino una tassa di soggiorno non troppo alta, per non avere un'ulteriore spesa fissa troppo alta.

Fra le opere da non perdere assolutamente non c’è solo c'è il David di Michelangelo, con la sua magnifica presenza statuaria, esiste un altro famoso David, quello di Donatello che ha un po' di “pancetta”, conservato al Museo del Bargello.

 

Per gli amanti del “green” poi, è d’obbligo fare visita a UtopiKo, locale fatto interamente con materiale riciclato dove sarà possibile fare una sosta dopo una giornata impegnativa. Per gli amanti delle chiese, una tappa assolutamente consigliata è quella di San Miniato al Monte; la sua posizione fuori dal centro le ha fatto perdere un po' di notorietà, ma la luce soffusa, il profumo d'incenso e il suono dei canti gregoriani che riecheggia nell'aria le conferisce un incredibile fascino. In più questo luogo ospita dei frati benedettini che preparano deliziose torte per gli avventori del luogo, una piccola chicca che lo rende un posto assolutamente da non perdere.

Se dopo aver mangiato volete fare due passi dovete dirigervi assolutamente ai Giardini del Dragone, accessibili da un cancello sito in Via Trento, vi ritroverete in un luogo fiabesco dove decine di farfalle volano libere tra i fiori, posandosi talvolta sulla scalinata del drago.

Passeggiare per Firenze vi farà sicuramente scoprire tesori che non immaginavate esistessero, perciò iniziate a camminare e... occhi aperti.

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]