firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Ieri protesta davanti ai negozi Tod's e Hogan

'Ora basta' lo ha detto Firenze: “Della Valle vattene” - Video

La lettera di DDV rafforza tutti i bersagli dell'attacco del proprietario della Fiorentina
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Firenze ieri mattina si è risvegliata con l'arzigogolata lettera di Diego Della Valle pubblicata sulle pagine de La Nazione, dove l'azionista di maggioranza della Fiorentina ha attaccato a testa bassa i tifosi che contestano, le istituzioni, avvoltoi e volatili vari.

A poche ore dal flash mob organizzato da coloro che sono stanchi della mediocrità dove è sprofondata la Fiorentina, il rimbrotto del padrone non ha causato l'effetto di una bomba, ma ha fortificato le posizioni di tutti gli obiettivi additati dallo scrivente.

 

La prima risposta è arrivata a metà mattina dalle istituzioni, col Sindaco di Firenze Dario Nardella che, chiamato in causa, ha lanciato il guanto di sfida invitando Diego Della Valle ad un confronto pubblico sulla questione nuovo stadio. “Tutti sanno, compresa la società, che il Comune ha fatto tutto ciò che è di sua competenza perché venga realizzato”, ha detto il primo cittadino attraverso una nota, dove ha poi ricordato che adesso c'è la campagna elettorale e prima dei confronti un campionato da finire “visto che ancora la Fiorentina deve salvarsi”.

 

A stretto giro è arrivata l'opinione della stampa, che all'unanimità ha evidenziato la mancanza di autocritica nella missiva del proprietario della Fiorentina, che scarica le colpe su tutti tranne su chi ha scelto l'attuale dirigenza e detta le linee economiche.

 

Poi è arrivata l'anima di una squadra di calcio. I tifosi. Nel salotto di Firenze sono giunti donne, uomini, giovani ed anziani. Un migliaio di persone alle 16, in via Tonabuoni davanti ai negozi Tod's e Hogan (le griffe del lusso di proprietà dei Della Valle), hanno inscenato per una decina di minuti un flash mob. Una protesta ferma. Dai toni duri e ironici ma senza disordini. Tra vessilli e decine di cartelli con scritto “Della Valle vattene”, si sono levati i cori di chi vede tradito il proprio amore.

 

Nel messaggio Diego Della Valle ha esordito con un perentorio “Ora basta!”, perché non accetta questa situazione ed il fuoco incrociato di parte dei tifosi, istituzioni cittadine, stampa ed opinionisti rei, secondo Della Valle, di creare un clima ostile “approfittando vigliaccamente spesso dell'anonimato per offendere e gridare richieste senza proporre soluzioni concrete”. L'epistola chiosa con l'invito ai dissidenti ad assumersi le responsabilità, gestendo “l'enorme casino” che è stato messo in piedi. “Fate vedere a noi cosa sapete fare voi”.

 

'Ora basta' Firenze lo ha già detto da un pezzo. Lo hanno detto i tanti tifosi che ora sono la maggioranza, lo hanno detto le istituzioni che hanno fatto capire che il tempo dei rinvii sulla questione stadio è esaurito. La soluzione è che Diego Della Valle dichiari il prezzo di vendita della Fiorentina. Ieri Firenze glielo ha fatto vedere. Il tempo dei Della Valle è finito.

 

Donato Mongatti

 

Nel video di Matteo Calì: le immagini del flash mob di ieri

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]