firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Il parere di un esperto

Pensiline ATAF: la ditta installatrice non conferma di aver montato pannelli fotovoltaici

Testimoni confermano il crollo del tetto della pensilina "Ferrucci 03"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Circa due settimane fa, l'Azienda di Trasporto Pubblico Fiorentina ATAF, attraverso il suo portale internet, comunicò che “dal19 luglio e per 48 ore tutte le 148 pensiline di attesa sono transennate per operazioni di manutenzione straordinaria. In particolare verrà verificata l'efficacia del film fotovoltaico installato per garantire ombra ai passeggeri e generare energia elettrica per l'illuminazione notturna delle zone di attesa del bus”.

Il Sito di Firenze sollevò dei dubbi sul comunicato e, nello specifico, sul presunto film fotovoltaico che all'apparenza sembrava una semplice pellicola oscurante. Che senso aveva impedire agli utenti di sedersi in attesa del bus? Gli stessi non potevano essere allontanati al momento delle “verifiche”?

Gli interventi fatti sulle pensiline, come dimostra il servizio pubblicato lo scorso 22 luglio, sono serviti a rafforzare le strutture pensiline, mediante dei tiranti in acciaio che impediscono alla struttura di aprirsi e far cadere il tetto in testa agli utenti.

Per voce del Consigliere Tommaso Grassi, la vicenda è arrivata in Consiglio Comunale, lo stesso ha dichiarato che in Piazza Ferrucci la copertura, alcuni giorni prima dell'intervento, aveva ceduto schiantandosi a terra, ma l'Assessore Massimo Mattei ha replicato stizzito e senza dare risposte esaustive.

Visto l'esito, Il Sito di Firenze ha cercato di fare un po' di chiarezza. Il 26 luglio ci siamo recati in Piazza Ferrucci ed un'abitante che risiede proprio dietro la pensilina “Ferrucci 03” ci ha confermato che, circa due settimane prima, aveva visto il vetro a terra. Lo stesso 26 luglio, il gentilissimo Dott. Ing. Alberto Reatti, Professore Associato di Elettrotecnica del Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni dell'Università degli Studi di Firenze, precedentemente contattato dalla Redazione, affermava che “anche se le pellicole fossero in grado di produrre energia elettrica, tutte le pensiline sui viali che dai lungarni arrivano a Piazza della Libertà, sono sotto gli alberi e quindi non avrebbe senso utilizzare il fotovoltaico”. Il Professore, inoltre, si è accorto che sulle pellicole oscuranti è apposto un piccolo adesivo con il nome di una ditta: la Tecnosolar Film ed il relativo sito internet. Facendo una breve ricerca, sul portale dell'Azienda si può leggere: “Tecnosolar Film Srl è una azienda specializzata nelle pellicole. Da quelle a schermatura solare, a quelle di sicurezza, a quelle opacizzanti, fino alla stampa e all’installazione di grafiche personalizzate su vetri o muri”. La parola “fotovoltaico” non appare in nessuna sezione. Per tagliare la testa al toro il 28 luglio ci siamo recati presso la Sede dell'Azienda, a Scandicci, ed abbiamo semplicemente chiesto se le pellicole oscuranti da loro installate, fungessero, come comunicato da ATAF, anche per produrre energia elettrica.

Sarebbe bastato un “sì” o un “no”, ma un rappresentante di Tecnosolar ha iniziato un lungo panegirico, senza mai rivelare con chiarezza le funzioni di un prodotto da loro importato e da loro installato. In ogni modo non hanno affermato che “trattasi di pellicole fotovoltaiche”, ma ci hanno consigliato di andare a parlare con la CBS Outdoor, la multinazionale che ha stipulato il contratto con ATAF per le 148 strutture in questione. La CBS è stata contattata tramite email indicata dalla segreteria dell'azienda, ma, ad oggi, non ci è pervenuta alcuna risposta.

 

Qui sotto la foto dell'adesivo col logo dell'Azienza che ha installato i film oscuranti.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]