firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Il Sindaco: “Non prendiamo lezioni di legalità da nessuno”

Indagine “Free Parking”, Nardella nomina un 'controllore' della Sas

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

A seguito dell'indagine “Free Parking” sui parcheggiatori abusivi che ha portato all'arresto di 12 persone - tra funzionari, dipendenti, ausiliari della sosta di Sas, oltre ad una banda di parcheggiatori abusivi con base in piazza Vittorio Veneto - oggi il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato il via alla riorganizzazione della Sas, società interamente partecipata dal Comune di Firenze, che gestisce il controllo della sosta nei parcheggi pubblici a pagamento.

 

Le accuse agli indagati vanno dall'associazione per delinquere, fino a truffa, estorsione, tentata estorsione, abuso d'ufficio e corruzione.

 

“Non prendiamo lezioni di legalità da nessuno” ha detto il Sindaco Nardella che ha ribadito con forza che questa indagine “è nata da una nostra precisa volontà. Siamo stati noi ad annunciare un giro di vite sul fenomeno. Grazie all’indagine della Polizia municipale è stata sgominata una banda di parcheggiatori abusivi e sono stati scoperti fatti molto gravi che accadevano in Sas”. “Per questo, oltre alla Polizia municipale che ha svolto l’attività investigativa, ringrazio il procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo e il pm Paolo Barlucchi che hanno coordinato le indagini. Questa è la dimostrazione che abbiamo anticorpi efficaci e che per la nostra Amministrazione la trasparenza e la legalità sono al primo posto”.  Nardella ha inoltre ribadito che nel “giro di 24 ore dall’operazione è stato fatto un intervento immediato per garantire la continuità dei servizi di Sas: abbiamo messo al sicuro il sistema garantendo continuità dei controlli, affidati da oggi alla Polizia Municipale”.

 

Ma Sindaco e Amministrazione non si sono fermati qui. “Per quanto riguarda la Sas serve discontinuità: abbiamo avviato una procedura speciale di controllo e un’attività ispettiva che ho affidato da oggi al vicedirettore del Comune e direttore ufficio Gare appalti e partecipate Domenico Palladino” ha detto Nardella, che ieri ha anche chiesto un passo indietro al direttore generale Cristiano Rebecchi, non coinvolto nell’inchiesta: “Ringrazio Rebecchi per il lavoro svolto portando avanti fino ad oggi il risanamento della Sas. Negli ultimi cinque anni Sas è stata risanata con un bilancio che è stato riportato in utile: i risultati di esercizio sono passati da meno 586mila euro del 2015 a più 205mila euro del 2018. Ma adesso si apre una fase nuova di Sas: affido agli assessori Gianassi e Giorgetti il compito di studiare un piano di riorganizzazione della società Sas e dei suoi servizi che sarà pronto entro sei mesi”. Il Sindaco ha concluso dicendo che ha massima fiducia nella magistratura.

 

“Per quanto riguarda le notizie stampa uscite su Jacopo Vicini (appartenente alla segreteria del Primo cittadino, ndr), ricordo che ha risposto tramite il suo legale  in modo chiaro: estraneità totale al filone dell’inchiesta sui parcheggiatori. Su questo tema non c’è niente da aggiungere, se non che ho piena fiducia nella magistratura e mi auguro che lo stesso Vicini possa presto poter rendere dichiarazioni agli inquirenti e chiarire la sua posizione”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]