firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
appuntamenti

Da Boston il country folk di Alice Howe La cantautrice in concerto al Fiorino sull’Arno

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Il primo, vero, album uscirà il prossimo autunno. Intanto un ep che negli Usa ha debuttato al primo posto della Folk Radio Chart, recensioni al miele e l’etichetta di next big thing del country folk.

 

Da Boston, Alice Howe approda giovedì 5 luglio sul palco del Fiorino sull’Arno di Firenze (ore 21,30 – ingresso libero). In valigia l’inseparabile chitarra, l’inconfondibile voce soul e un repertorio che intreccia brani propri e qualche tributo d’autore.

 

Alice Howe affonda il proprio stile nel sound 60/70, soprattutto nel versante californiano: Kate Wolf, Joan Baez e Joni Mitchell, per citare alcune pietre di paragone.

 

Il 2017 è stato il suo anno. Trainato dal singolo "Homeland Blues", l’ep “You's Been Away So Long” l’ha imposta all’attenzione del grande pubblico. Quindi inviti a importanti festival – tra cui il Falcon Ridge – passaggi in radio e l’aggancio con Freebo, cantautore e storico bassista di Ringo Starr, John Mayall, Crosby, Stills & Nash… a cui è affidata la produzione dell’imminente album.

 

“Sono cresciuta sulle note del traditional folk, soprattutto Jaon Baez – spiega Alice Howe - ma ascoltavo anche Taj Mahal, Muddy Waters e Jackson Browne. Insomma, suoni anni '70. E’ chiaro che il percorso di evoluzione mi ha portato ad andare oltre. Freebo mi ha incoraggiato molto in questo senso, lui ha un visione davvero ampia di generi, strumenti e stili”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]