firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
SaveTheCity alla Certosa

Confronto tra candidati, Bocci poco incisivo non risponde sul Cpa

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Non si spengono gli echi del confronto all'americana tra i nove candidati sindaci organizzata ieri sera da SaveTheCity e moderata ottimamente dal giornalista di LadyRadio, Andrea Vignolini.

 

In rete sono migliaia i commenti, gli appunti, i giudizi e le immancabili critiche. Il migliore è stato senza dubbio Andres Lasso. Spigliato, preciso, a volte forse un po' scolastico, ma senza dubbio interessante.

 

Un gradino sotto l'attuale primo cittadino. Dario Nardella non sembra nemmeno la lontana copia del timido giovane che cinque anni fa vinse al primo turno contro Marco Stella e Achille Totaro.

 

Oggi appare sicuro nelle risposte e nei toni. Cade un paio di volte nella trappola di Ubaldo Bocci e risponde innervosito ad alcune polemiche.

 

Pur lontani nei temi, ma sia Mustafa Watte (elegantissimo) che Gabriele Giacomelli (ottima la replica all'attuale primocittadino sulle periferie) hanno trasmesso passione, dimostrando che il duro lavoro di studio sui temi amministrativi meno immediati paga sempre.

 

Saverio Di Giulio ha dato il meglio di sé con il suo cavallo di battaglia, l'housing sociale per le persone meno ricche e per le zone meno centrali della città.

 

Non sempre abbastanza grintosi e pronti nelle risposte Antonella Bundu (ma dotata in abbondanza di stile, classe e bellezza da irradiare la sale della Certosa), troppo ideologica, soprattutto sul Cpa e Roberto De Blasi, la cui emozione traspariva anche dal tono di voce (molto bene sul tema legato alle grandi opere, meno sulle questioni fiscali).

 

Il premio dell'autoironia va senza dubbio a Fabrizio Valleri. Andrea Vignolini voleva saltare l'ultima domanda (sulla burocrazia), per mancanza di tempo. Il calciante bianco prende la parola e afferma: “Via, facciamola, ho letto undici risposte, fatemi leggere anche la dodicesima”. Boato da stadio da parte del numeroso pubblico presente, che ha apprezzato l'onestà di questo giovane uomo.

 

Infine Ubaldo Bocci. Inizia bene con la risposta sulle tasse (molto preparato sul tema), poi si perde, polemizza con Nardella ad ogni singolo intervento e spesso si dimentica di rispondere. Con il timer che lo coglie in fallo almeno tre volte. Non apprezza le domande (“mal posta quella sulla tramvia, non è si o no, il discorso è più complesso”), non incide nell'appello finale, si lancia in parallelismi con l'Estonia, ma soprattutto non segna un gol facile facile su un autentico assist a porta vuota, il Cpa.

 

Non dice nulla sul possibile sgombero, sul fatto che Gavinana aspetta quell'atto da venti anni, suscitando l'ira di molti candidati del centrodestra. “Ma ha capito che si candida con la Lega o crede di rappresentare la vecchia Dc? Pazzesco”.

 

Il giudizio migliore su mister Azimut lo esprime dalla sua pagina Facebook une vecchia volpe della politica fiorentina, Graziano Cioni. “Bocci un marziano, sbaglia tutto, non conosce Firenze, io stesso nelle sue parole sono stato l'assessore allo sport? Mai stato, mi ha visto anche con il plastico dello stadio nel 2008. Pura allucinazione. Mi domando per quale ragione una persona perbene ma ignorante dei problemi della città sia stato mandato al martirio e se chi lo ha proposto è il solito inconsapevole”.

 

Perché, come diceva Peppino di Capri nel 1963 “Nella notte limpida sono scesi giù dal ciel dei piccoli marziani che ci parlano così, para-para-para, oh quante cose splendide avete intorno a voi, ma se sull'astronave salirete insieme a noi dei grappoli dui stelle dallo spazio coglierem passando per la Luna verso Marte ce ne andrem”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]