firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Linea 3.2

Tramvia per Bagno a Ripoli, ultimata 1ª fase dei saggi archeologici. Migliora la viabilità

Giorgetti: “Per adesso non rilevati resti di mura o siti”
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Migliora la viabilità a Firenze nel tratto tra viale Matteotti e viale Giovine Italia.

Sono infatti terminati gli interventi più impattanti sulla circolazione a seguito dei saggi archeologici da effettuare, su indicazione della Soprintendenza, lungo parte del tracciato della nuova linea della Tramvia che arriverà a Bagno a Ripoli.

 

“Come da previsione abbiamo ultimato la prima fase dei saggi archeologici nella zona di piazza Beccaria, nel tratto compreso tra viale Matteotti e viale Giovine Italia: in miglioramento il traffico nella zona, già da oggi (ieri, ndr) pomeriggio scorrevole”. Lo ha comunicato Stefano Giorgetti, assessore comunale alla Mobilità, riguardo ai saggi archeologici propedeutici allo sviluppo della linea 3.2 verso Bagno a Ripoli. “I problemi alla viabilità di ieri (lunedì, ndr) erano legati alla necessità di svolgere un saggio trasversale, che occupava quindi maggior porzione di carreggiata: ora in programma ci sono saggi meno impattanti sul traffico - ha proseguito Giorgetti –. Questa prima fase di scavo, con profondità di un metro e mezzo, è terminata nei tempi prestabiliti: finora non sono stati rilevati resti di mura né altri particolari siti archeologici”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]