firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
processo d'appello

Bambina morta 20 mesi dopo parto, condannato medico ginecologo

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Una bambina nacque nel marzo 2011 con gravi danni neurologici all'ospedale di Ponte a Niccheri (Firenze) e circa un anno e mezzo dopo, il novembre 2012, anche per conseguenza di questo, morì.

 

Per questo motivo la corte di appello di Firenze, oggi, ha condannato per omicidio colposo il medico Marco Giusti, ginecologo di fiducia della paziente e dipendente dell'ospedale, a 9 mesi di reclusione per omicidio colposo e al pagamento di una provvisionale di 300.000 euro nei confronti dei genitori. L'appello ha ribaltato la sentenza del tribunale di Firenze.

 

Infatti, in primo grado il medico era stato assolto nel processo celebrato in abbreviato. Il dottor Giusti, è stato di nuovo ricostruito, fu presente al travaglio e al parto. La sentenza di assoluzione era stata impugnata dal pm Giulio Monferini e dai genitori della bambina, assistiti dall'avvocato Mario Taddeucci Sassolini.

 

Per la stessa vicenda è in corso un altro processo di appello che vede imputati sempre per omicidio colposo i due ginecologi che erano di guardia nel reparto di maternità quando nacque la bambina, il dottor Salvatore Pagliarello, condannato in primo grado a nove mesi di reclusione, e il dottor Paolo Gacci, invece assolto.

 

In base alla ricostruzione della procura, non fu eseguito un parto cesareo, che andava fatto in condizioni di urgenza poichè il cordone ombelicale aveva compiuto numerosi giri intorno al collo causando una sofferenza alla nascitura tale che poi la bimba venne alla luce in stato di totale anossia. Una situazione che determinò gravissime lesioni neurocerebrali da cui derivarono una paralisi cerebrale e la broncopolmonite, causa ultima della morte.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]