firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
evasione

Frode fiscale, arrestati imprenditore e commercialista

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Un commercialista di Firenze e un imprenditore di Faenza sono stati arrestati stamani dalla Guardia di Finanza di Ravenna con l'accusa di frode fiscale, occultamento delle scritture contabili e omesse dichiarazioni fiscali.

 

Il provvedimento restrittivo è stato adottato sulla scorta dell'inchiesta 'Fior di loto 2' delle Fiamme Gialle della Compagnia di Faenza coordinate dai Pm ravennati Alessandro Mancini e Lucrezia Ciriello su un vasto sistema fraudolento di evasione delle imposte realizzato da una serie di imprese del settore del confezionamento e del commercio di capi di abbigliamento intestate a cittadini cinesi, ma di fatto gestite direttamente dall'imprenditore faentino ora in carcere con il supporto - per l'accusa - del consulente fiorentino, ai domiciliari.

 

L'indagine era partita circa tre anni fa da una verifica fiscale nei confronti di un'azienda di commercio all'ingrosso di abbigliamento che non aveva mai presentato dichiarazione dei redditi.

 

Per i finanzieri, si trattava di una scatola vuota priva di reale consistenza economica e aziendale usata per emettere fatture relative a operazioni inesistenti nei confronti di un arcipelago di società formalmente intestate a proprietari di origine cinese, ma tutte facenti capo allo stesso imprenditore faentino. La conseguente frode fiscale, è stata quantificata in circa 1,7 milioni di euro

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]