firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Ambiente

Dal 2006 al 2010 calo delle emissioni inquinanti, ma a Firenze...

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

La qualità dell'aria in Toscana sarà tutelata da un piano con caratteristiche nuove. Sarà, infatti, uno strumento di programmazione intersettoriale ed un atto di governo del territorio, che potrà individuare specifiche aree a rischio per la salute umana e fissare criteri per la localizzazione degli insediamenti produttivi.

Lo ha sottolineato l'assessore all'ambiente, Anna Rita Bramerini, nella sua informativa al Consiglio regionale sul documento preliminare. L'assessore Bramerini ha ricordato che le analisi sulla qualità dell'aria dal 2006 al 2010 mostrano una continua diminuzione delle emissioni inquinanti, anche se permangono alcune criticità per il Pm10 in alcune aree, in particolare nell'area metropolitana fiorentina. I dati mostrano inoltre che i fattori principali possono essere raggruppati in tre grandi macrosettori: mobilità, riscaldamento domestico, attività produttive. Per questo il Piano regionale per la qualità dell'aria punterà a promuovere una mobilità sostenibile, ad esempio con il rinnovo del parco mezzi del trasporto pubblico ed il completamento della rete tranviaria fiorentina, a migliorare l'efficienza energetica ed ambientale dei processi produttivi e degli edifici pubblici e privati. In particolare, per ridurre i consumi elettrici e termici delle case in cui viviamo, sono incentivati gli interventi sulle strutture e l'introduzione di impianti alimentati da energie rinnovabili. Le risorse complessive previste negli anni 2012-2015 sono di circa 21 milioni e mezzo di euro. Anna Rita Bramerini ha infine precisato che è stato approvato l'accordo di programma tra Regione Toscana e Ministero sull'inquinamento atmosferico e sul bilancio regionale saranno presto disponibili 6 milioni di euro, pari al 40% di complessivi 15 milioni, che serviranno a finanziare gli interventi previsti dai Piani di azione comunali e per approfondimenti conoscitivi sulla qualità dell'aria. Secondo Andrea Agresti (PdL) l'informativa dell'assessore risulta carente sia sul piano conoscitivo, sia relativamente alle risorse. In particolare Agresti ha segnalato che sul territorio spesso ci troviamo di fronte ad impianti di smaltimento non adeguati e piani per la mobilità non aggiornati. Per quanto riguarda il riscaldamento domestico, inoltre, l'introduzione di impianti alimentati da energie rinnovabili non è sufficiente, se non interveniamo sull'abbattimento dei fumi delle vecchie caldaie. Monica Sgherri (Fed. Sinistra-Verdi) ha espresso alcuni dubbi sul miglioramento della qualità dell'aria in relazione alle PM10 nell'area metropolitana fiorentina, in cui vive più della metà della popolazione toscana. Le centraline di controllo, infatti, non sono installate lungo le arterie di traffico, ma nel giardino di Boboli. A suo parere in aree come queste, il piano dovrebbe avere una «cogenza» maggiore e non consentire interventi a forte impatto ambientale, anche nei casi in cui gli eventuali effetti negativi siano mitigati da previsioni specifiche, come la realizzazione di parchi. Sgherri ha quindi chiesto che la Giunta faccia una relazione periodica, semestrale o annuale, al Consiglio per verificare l'efficacia degli interventi.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]