firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Le tre centrali cooperative toscane formeranno un cartello.

Cartello delle cooperative, Pieri (Udc/Pdn):"Non se ne snaturi il ruolo sociale"

Il consigliere comunale:"Attenzione per le piccole realtà artigianali"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

“La notizia che le tre centrali cooperative toscane formeranno un unico ‘cartello’, creando una sorta di alleanza, non è negativa di per sé, anzi: bene che si superino le barriere ideologiche che hanno tenuto fin qui separate queste realtà. C’è un pericolo da sottolineare però: che un unico ‘mega-soggetto’ possa snaturare funzioni e ruoli delle cooperative, nate tutte con una forte connotazione sociale”. Questo il commento del consigliere del Gruppo Misto Udc verso il PdN Massimo Pieri. “Anche le cooperative – ha aggiunto Pieri – operano sul mercato, un mercato che ha le sue regole di concorrenza. Per questo ci pare importante lanciare oggi un monito: che la raggiunta unità di intenti tra le diverse realtà toscane – di per sé lo ripetiamo un fatto da considerarsi positivamente – non snaturi ciò che da sempre è il ‘dna’ delle cooperative, così come sancito dall’articolo 45 della Costituzione Italiana, che recita: ‘La Repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata’”. “Il timore – ha concluso il consigliere – è che si privilegi le logiche di mercato rispetto all’attenzione per le piccole realtà artigianali che della cooperazione toscana rappresentano da sempre l’ossatura, e che vanno preservate e anzi incentivate”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]