firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
la discussione

Alta velocità, Renzi: "Nessun disastro annunciato"

"Impatto lavori sarà come quello del teatro del Maggio"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Non ci sarà nessun «disastro annunciato», anche perchè, tra l'altro, «i lavori per la stazione Tav saranno impattanti sulla città più o meno come quelli del nuovo teatro del Maggio musicale fiorentino». Lo ha detto il sindaco di Firenze Matteo Renzi, riferendosi alla costruzione della nuova stazione dell'Alta velocità, progetta da Foster e che verrà realizzata nella zona degli ex Macelli. Oggi, a margine della firma in Regione dell'accordo sulle terze corsie in A1 e A11, Renzi ha risposto ai giornalisti a proposito dell'intesa siglata ieri a Roma sul nodo fiorentino dell'Alta velocità. Per il sindaco «occorre un minimo di saggezza: i lavori della Tav sono senza dubbio importanti», ma «il teatro del Maggio, come volume di lavori, è circa l'80% dei lavori della stazione Tav. Dunque suggerirei molta prudenza perchè nessuno si è accorto che sono stati fatti i lavori del Maggio: i fiorentini se ne sono accorti quando è stato fatto il tetto e lo hanno visto». «Sicuramente - ha sottolineato - dovremo avere attenzione, prudenza e fare controlli, ma senza gridare al disastro annunciato». Nell'intesa sul nodo fiorentino dell'Av si fa riferimento anche alle linee 2 e 4 della tramvia e Renzi ha ribadito che «il problema vero della tramvia è che non ci sono le aziende pronte a partire: spero che le crisi aziendali si risolvano o che ci siano nuove aziende che subentrano per far partire i lavori». A proposito invece dell'accordo siglato oggi, Renzi ha definito «importanti» le ripercussioni su Firenze. «Per molti anni abbiamo avuto una situazione in cui era più comodo per attraversare la città da nord a sud fare i viali per saltare i lavori autostradali: oggi non è più così». «Da qui a un anno - ha annunciato poi il sindaco - toglieremo il semaforo all'ingresso dell'aeroporto e dell'autostrada, perchè è una follia. Ci sono poi i lavori che vogliamo chiudere per il bypass delle Cascine del Riccio atteso da 40 anni e che termineremo entro la legislatura; il bypass del Galluzzo; il bypass di Ugnano e Mantigano, dove stanno partendo gli espropri. Poi nell'ambito delle autorizzazioni per la terza corsia sulla Firenze-Mare ci sarà la possibilità per rimettere a posto l'uscita del viadotto dell'Indiano. Entro il giugno del 2014 - ha concluso - lo faremo diventare un viadotto normale». E sull'accordo per le terze corsie la vicepresidente della Provincia, Laura Cantini ha sottolineato che «con la firma di oggi la regione toscana, il territorio metropolitano e la provincia di Firenze diventano sempre più centrali nelle operazioni di ammodernamento del nostro Paese. Come Provincia daremo il nostro contributo affinchè i tempi per la realizzazione delle opere possano essere celeri».

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]