firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Degrado

Via dell'Agnolo: vespasiano a cielo aperto

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Un intollerabile odore di urina: è questo che i pedoni sono costretti a respirare mentre percorrono via dell'Agnolo nel tratto davanti al Giardino Chelazzi. Da alcune settimane la strada è chiusa dall'altezza della porta telematica (all'incrocio con via Santa Verdiana) fino all'incrocio con Borgo Allegri.

L'assenza di traffico ed una lunga fila di cassonetti, garantiscono dunque una sufficiente privacy per le deiezioni dei loschi figuri che abitualmente frequentano la zona di Piazza Dei Ciompi ed il caldo di questi giorni rende indelebile il loro “passaggio”: per decine di metri i miasmi sono insopportabili, tant'è che si è costretti ad accelerare il passo per non essere colti dai conati di vomito. Borgo Allegri, secondo la leggenda, ha preso il nome nel '200, in occasione della visita che il re Carlo d'Angiò fece allo studio di Cimabue mentre stava ultimando la tavola dal titolo Maestà di Santa Trinita, raffigurante la Madonna. Quando l'opera uscì dalla bottega del Maestro per essere trasportata in Santa Trinita, il popolo fiorentino, alla vista del sublime capolavoro, diede vita ad una vera e propria festa. Da qui il nome Borgo Allegri. Come è noto le leggende per larga parte sono pura fantasia, ma è certo che chi abita o transita in quella zona, adesso, ha poco da stare allegro...

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]