firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Si tratta di un'area di 30 ettari

Fiorentina, stadio e centro sportivo a Campi? Il Sindaco Fossi: “Io dico di sì” - Video

Una soluzione 'fast' e che porterebbe molti vantaggi alla Società di Rocco Commisso
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

I 30 ettari nel comune di Campi Bisenzio non solo per il centro sportivo della Fiorentina, ma anche per il nuovo stadio. Per ora è solo un'idea, ma non è fanta-urbanistica.

A confermare questa possibilità è il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, che nei giorni scorsi ha già incontrato Joe Barone e i tecnici della Società viola (i quali in precedenza avevano già fatto un sopralluogo lungo i terreni insieme a Rocco Commisso) per parlare dell'area ubicata vicino al centro benessere Asmana, su cui la precedente proprietà del Club viola ha un'opzione di acquisto con la famiglia Casini (proprietaria dei lotti) che scade ad ottobre.

 

“È un'area – ha detto oggi il Sindaco Emiliano Fossi parlando dell'ipotesi centro sportivo gigliato a Campi - con delle potenzialità che soddisfa Rocco Commisso e ben si presta ad una struttura di questo genere. Se mi si chiede – ha precisato – se quell'area può ospitare anche lo stadio o eventualmente anche il solo stadio, io rispondo di sì”. “Naturalmente non dipende solo dal sottoscritto ma – ha aggiunto Fossi – noi abbiamo la convinzione che quell'area ha le dimensioni giuste e potrebbe avere anche la destinazione adatta per recepire una struttura di quel genere”.

“Una volta che siamo stati messi al corrente di questa trattativa (di acquisto dei terreni dalla famiglia Casini da parte della Fiorentina, ndr) abbiamo avviato il percorso urbanistico che prevede un cambio di destinazione dell'area da 'parco urbano' a 'attrezzature di interesse metropolitano', quindi – ha spiegato Fossi - una destinazione capace di accogliere un eventuale centro sportivo, ma anche un eventuale stadio”. “Siamo in una fase molto avanzata, faremo la co-pianificazione con la regione in questo mese e si avvierà col Comune il percorso di cambiamento della destinazione.

Con Joe Barone – ha concluso Fossi - ci siamo dati appuntamento nei prossimi giorni per aggiornarci sullo stato dell'arte della questione”.

 

 

L'ipotesi di realizzare la vera “Cittadella Viola” a Campi Bisenzio, con stadio, centro sportivo e sede della Società, indubbiamente, porterebbe vantaggi significativi. Prima di tutto si andrebbe ad intervenire in un terreno libero da immobili e quindi sarebbe l'opzione più “fast” per i tempi di realizzazione. Un nuovo impianto (per quanto riguarda la questione stadio), rispetto ad una ristrutturazione del Franchi, consentirebbe di costruire un'arena estremamente funzionale, senza i limiti architettonici imposti da una struttura vetusta e vincolata ed i costi non si discosterebbero da un intervento radicale (qualora fosse consentito farlo) sull'opera progettata da Nervi negli anni '20. L'area, rispetto a Campo di Marte, è vicinissima all'autostrada e lontana da aree residenziali. Infine, dato che i terreni sono di proprietà privata, se Rocco Commisso realizzasse la Cittadella Viola a Campi potrebbe godere del diritto di proprietà degli immobili (in luogo del diritto di superficie che avrebbe operando su immobili e terreni di proprietà pubblica): col diritto di proprietà il valore patrimoniale della ACF Fiorentina crescerebbe di molte decine di milioni di euro.

 

Tutto appare molto più semplice e vantaggioso rispetto ad una ristrutturazione del Franchi o all'ipotesi nuovo stadio alla Mercafir (area non libera da immobili, ma dove è in essere un'importantissima attività cittadina).

Ma se il Club viola scegliesse di portare la Fiorentina fuori dal Comune di Firenze, forse, lo scontro si sposterebbe tra le istituzioni ed alcuni problemi apparentemente risolvibili potrebbero diventare ostacoli insormontabili.

Staremo a vedere. L'unica cosa certa è che, qualunque sia il destino di stadio e centro sportivo, l'investimento sarà di Rocco Commisso.

 

 

Donato Mongatti

 

 

Nel video: l'area dove potrebbe sorgere la nuova cittadella viola

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]