firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Ieri comunicato del Club viola

ACF Fiorentina: "Un passo avanti verso il nuovo stadio". Ma chiede altro tempo

La Società gigliata: "Necessario approvare la variante per la ricollocazione di Mercafir"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

In attesa della delibera che stabilirà i nuovi termini di proroga per il completamento della documentazione che compone il progetto definitivo per il nuovo stadio della Fiorentina e cittadella viola, ieri si sono rincorse dichiarazioni e comunicati che evidenziano da entrambe le parti (Comune di Firenze e ACF Fiorentina) la volontà di andare avanti.

 

L'altro ieri, come richiesto dal Comune, la Fiorentina ha depositato un'integrazione che accresce, ma non completa, la documentazione del progetto definitivo. Un passaggio fondamentale affinché gli uffici di Palazzo Vecchio possano valutare i progressi e valutare l'entità della protrazione dei termini fissati al prossimo 31 dicembre. “Sullo stato di avanzamento – ha dichiarato ieri il Sindaco Nardella – aspettiamo quello che sarà il verdetto degli uffici tecnici (del Comune, ndr) e sulla base di questo in Giunta decideremo sulla richiesta di proroga”.

 

Distensive, rispetto alle frizioni emerse nei botta e risposta avvenute tra i Della Valle e rappresentanti delle istituzioni prima di Natale, le parole di Daniela Maffioletti (Consigliere di Amministrazione di ACF Fiorentina SpA, con delega per il progetto stadio), riportate ieri sera in una nota del Club viola: “Nel percorso per raggiungere questo importante risultato - ha commentato Daniela Maffioletti - il Comune e la Società proponente hanno due ruoli assolutamente ben distinti e proprio la procedura prevista dalla legge affida loro compiti chiari e diversi il cui rispetto è fondamentale e irrinunciabile. Ciò non toglie che vi sia un’unità d’intenti e d’azione nel voler realizzare l’opera rapidamente e nel migliore dei modi. E giocare la prima partita nel nuovo stadio entro il 2021 è un obbiettivo ancora raggiungibile.”

 

Dato che, qualora l'iter proceda senza intoppi, finché la Mercafir non sarà ricollocata ed operativa i lavori per lo stadio non potranno iniziare, il 2021 come anno per la prima partita nel nuovo impianto appare un termine eccessivamente fiducioso, ma quello che stona è la prima parte del comunicato di ACF, dove, prima che Palazzo Vecchio abbia verificato lo stato di avanzamento dello stesso e deliberato in merito al nuovo termine per il pubblico interesse dell'opera, la Società viola indica i tempi necessari per integrare in ogni sua parte il progetto definitivo.

 

ACF Fiorentina – si legge nella nota – ha trasmesso ieri (27 dicembre, ndr) al Comune di Firenze una serie di integrazioni progettuali, per la realizzazione del nuovo stadio, complementari a quanto era stato depositato prima della presentazione alla città del 10 marzo scorso.

 

Si tratta spiega la nota ACF – di un approfondimento, coerente con il cronoprogramma della procedura, che consentirà allo stesso Comune di Firenze di confermare il ‘pubblico interesse’ del progetto, propedeutico alla ulteriore progettazione che potrà essere sviluppata entro sei mesi dall’approvazione della variante di piano per la ricollocazione di Mercafir

La variante darà infatti quella certezza di area, di vincoli e di tempi tecnicamente indispensabile per procedere.

 

Verrà quindi realizzata – conclude la nota ACF prima dell'intervento della Dott. Maffioletti – un’infrastruttura, del livello che Firenze merita, che sarà al contempo un elemento di qualificazione urbana, un fattore di sviluppo economico e sociale, un asset per rafforzare la società e uno strumento importante per rendere più competitiva la squadra”.

 

La Società viola chiede certezze per la nuova casa della Mercafir. In questo modo si potrà liberare l'area attualmente occupata dai mercati generali di Firenze dove va ad insistere il progetto dei Della Valle, ma Palazzo Vecchio per il sì definitivo al nuovo stadio e cittadella deve disporre di tutto quanto prevedono le norme.

 

In quale misura saranno accolte le richieste di ACF? Lo stabilirà in tempi celeri la Pubblica Amministrazione, non il privato.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]