firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
L'unica vittoria azzurra nel '39

Serbia - Italia: curiosità in cifre - Nel 2003 finì 1 a 1

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Sono 21 i confronti ufficiali tra le nazionali maggiori di Serbia ed Italia - considerando l'attuale federazione come naturale continuazione delle federazioni delle allora Jugoslavia prima e Serbia/Montenegro poi - con bilancio di 9 successi azzurri, 8 pareggi e 4 vittorie avversarie, con 30 reti realizzate dalla nazionale azzurra e 24 da quella oggi serba.

L'ultima sfida è la gara d'andata del girone di qualificazioni europee in corso, divenuta celebre per le violenze dei tifosi serbi che impedirono il regolare svolgimento del match, sospeso e non più ripreso dopo 6' dal fischio d'inizio. Il successo nell'incontro in programma a Genova il 12 ottobre 2010 venne poi assegnato per 3-0 a tavolino a favore dell'Italia. Considerando i soli 7 precedenti disputati in casa slava - l'ultimo dei quali risale al 10 settembre 2003: 1-1 a Belgrado, nelle qualificazioni agli Europei di Portogallo 2004 - il bilancio è di 3 successi serbi, 3 pareggi (tutti per 1-1 e nelle ultime 3 sfide disputate) ed 1 sola vittoria azzurra, con 15 reti serbe e 7 gol italiani. L'ultima sconfitta subita dall'Italia contro la nazionale oggi denominata Serbia risale al 13 giugno 1979 quando, in un'amichevole disputata a Zagabria, gli slavi si imposero per 4-1: da allora si contano 8 confronti disputati, tra amichevoli ed ufficiali, con 3 successi azzurri e 5 pareggi (tutti per 1-1). La sola vittoria ottenuta dall'Italia in terra slava risale al 4 giugno 1939 quando, a Belgrado, gli azzurri si imposero per 2-1: doppio vantaggio azzurro con Piola al 35' e Colaussi al 61' e rete della bandiera di Perlic al 65'. Si trattava della prima trasferta assoluta in Jugoslavia per l'Italia che, nelle successive 6 sfide ha ottenuto uno score di 3 pareggi (tutti per 1-1) e 3 sconfitte. In ciascuna delle 7 sfide disputate l'Italia ha sempre incassato almeno gol, per un totale di 15 centri al passivo. La Serbia - inserita nel gruppo C di qualificazione agli Europei di Polonia/Ucraina 2012 - occupa attualmente il secondo posto con 14 punti, frutto di 4 vittorie (3-0 in trasferta e 3-1 contro le Far Oer; 2-1 in casa e 1-0 in trasferta contro l'Irlanda del Nord), 2 pareggi (1-1 interno contro la Slovenia ed 1-1 in Estonia) e 2 sconfitte (1-3 in casa dall'Estonia; 0-3 a tavolino in Italia) in 8 incontri disputati, con 12 reti segnate e 10 gol subiti. La situazione del gruppo C vede l'Italia al comando con 22 punti (in 8 incontri), seguita nell'ordine da Serbia (14 punti in 8 partite), Estonia (13 punti in 9 gare), Slovenia (11 punti in 9 partite), Irlanda del Nord (9 punti in 8 partite) e Far Oer (4 punti in 10 incontri). Le 12 reti finora segnata dalla Serbia portano la firma di Pantelic e Zigic (3 a testa), Tosic (2), Jovanovic, Kuzmanovic, Lazovic e Stankovic (1 ciascuno). L'Italia è la squadra - tra tutte quelle che partecipano alle qualificazioni per Euro 2012 - che vanta al momento la miglior difesa, con 1 sola rete al passivo, subita il 3 settembre 2010 in Estonia-Italia 1-2 da Zenjov al 31'. Da allora l'Italia non ha più incassato reti nel girone, con porta inviolata oramai da 689', sommando i 59' restanti di quella partita alle 7 intere successivamente disputate. Dirige il portoghese Proena, classe 1970, internazionale dal 2003. Proena dirige per la seconda volta l'Italia: nelle qualificazioni per la fase finale dei Mondiali 2010 gli azzurri si imposero a Lecce per 2-1 contro il Montenegro, in data 15 ottobre 2008. Le reti di quel match furono realizzate da Aquilani per gli azzurri (doppietta all'8' ed al 29') e Vucinic per i montenegrini (al 19'). Il fischietto portoghese è invece al debutto con la nazionale maggiore di Serbia. Tra le 3 gare della nazionale Under 21 italiana dirette da Proena spicca proprio un confronto con la Serbia: è accaduto nei gironi della fase finale degli Europei di categoria di Svezia 2009 quando fu pareggio per 0-0, in data 16 giugno 2009 ad Helsingborg, in una gara che vide in campo per tutti i 90 minuti Cigarini, Giovinco e Marchisio, oggi tra i convocati di Prandelli. Nelle altre 2 partite si ricorda una vittoria italiana (8-1 a Pavia contro il Galles, in data 5 settembre 2003, nelle qualificazioni agli Europei di categoria) ed 1 sconfitta azzurra (0-1 contro la Germania nella semifinale degli Europei di Svezia 2009, in data 26 giugno 2009 ad Helsingborg). (A cura di Football Data).

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]