firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Reazioni politiche

Fondi commerciali svenduti: Grassi chiede chiarezza

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Non tardano le reazioni politiche all'inchiesta de La Nazione che ha smascherato le "Locazioni pazze" del Comune. Tommaso Grassi chiede chiarezza richiedendo l'elenco dei fondi affittati a terzi.

Ecco il comunicato del Consigliere Comunale del Gruppo Spini:

 

“Non può sicuramente lasciare indifferenti la notizia riportata da ‘La Nazione’ stamani e che pone l’attenzione sulla mancanza di criteri e di parametri economici per le locazioni degli immobili del Comune di Firenze a terzi. – afferma il Consigliere Comunale Tommaso Grassi – E’ necessario però, prima di emettere giudizi definitivi, acquisire gli atti e valutare quali linee guida sono state seguite per la stipula di detti contratti, partendo dal principio che nella Pubblica Amministrazione non può esserci discrezionalità e non possono essere fatti atti che non si ispirino alla trasparenza e alla imparzialità.Per questo abbiamo oggi stesso fatto richiesta della documentazione necessaria".

“Ci lascia comunque  perplessi che l’Amministrazione Comunale non abbia posto rimedio immediatamente, e anzi, come emerge dalle date di scadenza dei contratti apparsi sulla stampa, abbia continuato a contrarre accordi con terzi apparentemente senza criteri oggettivi. – conclude Grassi - Se confermata la situazione deve vedere immediatamente una presa di posizione chiara e netta tesa a verificare la legittimità degli atti sottoscritti e anche elaborare immediatamente un regolamento che  disciplini i canoni e garantisca oggettività nella scelta degli affittuari.”

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]