firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Musica

INTERVISTA a Maestro Pellegrini: "Nel disco mi metto a nudo e parlo di mia sorella"

"Inattaccabile" è il singolo estratto dal nuovo EP dal titolo “FRAGILE VOL. 2” per Blackcandy Produzioni
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Sono le notizie sotto tutti gli aspetti che stanno sfuggendo di mano, è un gran casino.. Ti dico solo che mi sono saltate altre sei date.. e non si sa quando potremo recuperarle ad oggi..”

 

Così inizia la conversazione, rigorosamente telefonica, con Maestro Pellegrini, livornese classe '84, polistrumentista e cantautore italiano, nel tempo al fianco di tanti artisti tra cui Francesco Motta, Nada, fino al 2015 quando diventa il chitarrista degli Zen Circus di Appino.

Ma oggi ci facciamo raccontare di “Inattaccabile” il suo nuovo singolo da solista, estratto dal nuovo EP dal titolo “FRAGILE VOL. 2”, già disponibile su tutte le piattaforme digitali per Blackcandy Produzioni.

 

L’album “FRAGILE” – che include i due EP omonimi divisi in volume 1 e 2 – uscirà in formato fisico negli stores il prossimo 30 ottobre, e sulle piattaforme di streaming il 27 novembre.

 

 

  •  “Inattaccabile” è un brano dove spicca un testo molto profondo, a chi sono rivolte queste parole?

La canzone parla del rapporto con mia sorella. Tutto il disco in realtà è basato sulle relazioni personali che mi hanno più legato in questi anni, includendo la sfera emotiva e interiore in qualche modo.

 

“Fragile” è un disco che parla della mia vita e delle mie emozioni. Questo brano in particolare (Inattaccabile) racconta della nostra infanzia, attraverso immagini tra il surreale e l'infantile appunto, nei quali cerco di fissare dei ricordi legati ad un periodo della nostra vita, in cui siamo stati portati a legarci molto, come la separazione dei nostri genitori per esempio.

 

In un secondo momento metto in luce le differenze che ci sono tra me e lei, infatti Inattaccabile è una caratteristica che le attribuisco, un po' in opposizione con me che sono più Fragile, e che è anche il titolo dell'album. Questo perchè in una seconda fase della nostra vita, Chiara si è trasferita all'estero, da dieci anni non sta più in Italia, io l'ho un po' persa e quindi la relazione in qualche modo è cambiata.

 

Poi c'è una terza parte della canzone, nella quale invece, inizio ad usare la seconda persona plurale proprio per definire il fatto che nonostante la distanza, gli anni, la maturità, la formazione, la crescita ed il carattere, scopro che comunque restano delle linee guida della nostra personalità che poi sono rimaste identiche, quando inizio a dire “Siamo Fragili”, in realtà ci accomuno, ed è un pò questa la volontà del brano e del videoclip, girato da Valentina Cipriani, proprio quella di mettere in luce quanto la distanza non cancelli delle abitudini, diciamo, o dei tratti caratteriali, ormai talmente profondi da non mutare nel tempo.

 

 

  •  E' un disco molto intimo, profondo, è anche per questo che hai scelto, a differenza della prima parte, di non includere nessuna collaborazione nella seconda parte di “Fragili”?
  •  

Allora, è stata pensata in parte, nel senso che il disco doveva uscire integralmente l'8 maggio con nove tracce, poi questo non è stato possibile, perchè non riuscivamo neanche a stamparlo il disco in quel periodo, e quindi con BlackCandy Produzioni abbiamo deciso di far uscire la prima parte ( Vol.1) dove effettivamente c'erano degli ospiti.

 

Quando poi è stato deciso di far uscire anche la seconda parte, perchè il tempo non era ancora quello di andare in stampa, ho deciso di tenermi fuori l'ultimo brano con ospite, proprio per differenziare ancora di più le due parti dell'album, ed in qualche modo, mettere maggiormente a fuoco la mia cifra stilistica.

 

Anche perchè tutte le collaborazioni del disco, sono state fatte, oltre che da ottimi musicisti, soprattutto da persone che sono affetti per me. Li ho voluti in un certo senso proprio perchè sono persone a cui sono legato moltissimo e che “sono dentro a quello che racconto” nelle mie canzoni,

 

La nona traccia della seconda parte dell'album, quella con Francesco Motta, sarà inizialmente soltanto nella copia fisica del disco “Fragili” come inedito.

 

 

  •  Un disco uscito in piena emergenza sanitaria. Quali sono le sensazioni che hai provato in questi mesi e come è stato presentarsi davanti al tuo pubblico in un periodo cosi delicato?

 

Guarda, è stato ormai quasi un anno molto particolare, le sensazioni negative sono state tantissime, ci siamo dovuti sostenere a vicenda perchè anche il mondo dello spettacolo, come stiamo scoprendo incredibilmente, è una filiera come tante altre e tante sono state le persone da sostenere.

 

Io comunque mi reputo abbastanza fortunato perchè sono riuscito fino ad oggi a suonare in solo, rispettando tutte le restrizioni del caso, ed insieme a me tutti i promoter e le persone che hanno permesso a noi musicisti di continuare a fare spettacolo. Stava andando tutto bene, in questa situazione da incubo comunque ci eravamo riorganizzati e le cose comunque andavano avanti.

 

Mi sembra una posizione davvero molto forte ed in parte anche castrante, quella di ieri del presidente Conte, perchè in qualche modo è come se, invece di premiare chi ha rispettato le regole , in qualche modo ci si sia “autosabotati” dicendo che alla fine rispettarle o meno non era poi così importante. Perchè se mi dici di rispettare delle regole, io le rispetto e poi tu mi chiudi lo stesso allora bo... comunque io la penso così, non sono assolutamente d'accordo con questo Dpcm.

 

 

  •  Come riesci ad organizzare la tua carriera da solista insieme al percorso che hai intrapreso con gli Zen Circus?

 

Ecco anche questo se vogliamo è un problema venuto fuori con questa emergenza sanitaria nel senso che io avevo calcolato le tempistiche in modo da non accavallare troppo gli impegni, invece questo poi non è stato possibile quindi al momento un pò “incasinato”.

 

Certamente da parte della band c'è la volontà di farmi fare questo percorso, perchè semplicemente sono il fratellino minore degli Zen Circus. Io sono entrato nella band 3 anni fa, per altro sono un polistrumentista con un percorso particolare quindi, è sempre stato chiaro da parte mia la volontà di affermarmi anche in altre situazioni che appunto non fossero solo gli Zen Circus.

 

Studio musica classica, ho varie aspirazioni e la band è sempre stata d'accordo sul mettere in primo piano il mio percorso da solista, senza ovviamente mancare agli impegni quando questa richiede la mia presenza.

 

D'altronde faccio questo mestiere da dieci anni e sono abituato a prendere treni ed a correre su a giù per l'Italia, è già successo che di salire su un treno per andare in una città e ritrovarsi in un'altra.. (ahahha) , anche se ora non ci sarà di questi problemi almeno fino al 24 novembre..

 

 

  • Parlando di date posticipate a non si sa quando..

 

Ti dico solo che il 29 avrei una data a Milano e poi una qui a Firenze alla Limonaia di Villa Strozzi per la release del disco, ad oggi non ho idea di quello che sarà.. al momento non mi ha chiamato nessuno ma sono giornate un po' particolari ecco..

 

 

 

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]