firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Consegnata al Comune relazione UniFi

Rischio sismico e statico per il Franchi: "Serve una limitazione della capienza"

Criticità anche in merito alla normativa Uefa e comfort per il pubblico
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Nei giorni scorsi è stata consegnata al Comune la relazione dell’Università di Firenze sullo stato dello stadio Franchi, sia per la vulnerabilità sismica e statica, sia sullo stato di conservazione degli impianti.

Il quadro che emerge dalla relazione mostra per alcuni blocchi della struttura, a causa della resistenza del calcestruzzo, una tolleranza ad un eventuale sisma che impone interventi celeri. Entro pochi anni si dovrà intervenire per scongiurare la possibilità di collasso in caso di terremoto in parti della Curva Fiesole, Curva Ferrovia e Tribuna Monumentale.

L'impianto progettato da Nervi mostra anche criticità strutturali “statiche”. La relazione ha simulato il comportamento della struttura con il carico massimo di spettatori in ogni settore e sono emerse alcune problematiche di resistenza che “devono essere immediatamente risolte”, tant'è che nel documento si legge che “Nelle more degli interventi che l’Università sta studiando, settore per settore, è giocoforza applicare una limitazione di capienza per consentire la prosecuzione della fruibilità dello Stadio in sicurezza da parte del pubblico”.

Per risolvere i problemi statici si stima un costo per l'intervento su tutte le criticità pari a 700.000 – 1.000.000 di euro, mentre per la risoluzione dei problemi sismici l'importo sale a 4-5 milioni di euro.

 

Il documento verifica anche le condizioni degli impianti (elettrico, idraulico, sanitario, riscaldamento, ecc.) che risultano fortemente usurati. Anche l'impianto di illuminazione del campo (con le torri-faro) necessiterebbe della sostituzione delle lampade (per adeguarsi alla normativa UEFA), e per il comfort del pubblico andrebbero incrementati il numero dei bagni, la larghezza dei gradoni e i noti problemi di visibilità del campo dai settori di curva.

 

“Dallo studio emerge che lo stadio ha bisogno di continui interventi per la sicurezza – ha sottolineato il sindaco Dario Nardella – è una struttura di 90 anni in cemento armato sulla quale il Comune ha investito, negli ultimi dieci anni, 600mila euro all'anno per consentirne la fruzione. Se dobbiamo però immaginare il Franchi per i prossimi 90 anni non possiamo più permetterci di andare avanti così. Come suggerisce lo stesso studio dell'Università di Firenze per una soluzione definitiva sulla sicurezza e sulla stabilità dello stadio occorre un intervento straordinario e profondo”.
“Questa relazione – ha aggiunto l'assessore allo sport Cosimo Guccione – incoraggia fortemente il progetto di restyling per avere un nuovo stadio Franchi. Non è in gioco soltanto il tema di rendere lo stadio funzionale ma quello di farlo diventare più sicuro per i prossimi anni. Ciò non significa che fino ad oggi non si sia utilizzato lo stadio in sicurezza, anzi, tutte le partite sono sempre state autorizzate. Per il futuro è evidente che non si può continuare in questo modo, sarà necessaria un’opera straordinaria”.
"La relazione che abbiamo commissionato è molto chiara – ha concluso l'assessore Guccione –  vanno eseguiti lavori estremamente costosi e impattanti. Noi faremo intanto spese immediate per 800mila euro per interventi non rinviabili.

 

 

D.M.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]