firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Firmato il decreto del Masterplan

Aeroporto, il sì del MIT trova casa alla Mercafir e libera l'area del nuovo stadio

La questione è indipendente dai ricorsi al TAR per la nuova pista: ecco perché
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha firmato il decreto che determina la conclusione del procedimento del Masterplan 2014-2029 dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze, determinando la fine dell'iter autorizzativo per la nuova pista da 2.400 metri e il nuovo terminal.

Con il decreto di ieri si esaurisce il percorso burocratico, avviato nel 2015, che aveva ottenuto il decreto di giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il 28 dicembre 2017 e aveva visto la conclusione dei lavori della Conferenza dei Servizi lo scorso 6 febbraio.

Il provvedimento sarà trasmesso dal Ministero a ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) per i successivi adempimenti di competenza.

 

Il sì definitivo, peraltro dovuto ad una presa d'atto, comporta il venir meno alle condizioni sospensive dell'accordo tra NIT – Nuove Iniziative Toscane S.r.l. (società immobiliare controllata dal Gruppo Unipol) e Toscana Aeroporti per l'acquisizione dei 123 ettari dei terreni di Castello pari ad un corrispettivo della compravendita della suddetta area di 75 milioni di euro.

Toscana Aeroporti, una volta in possesso dei terreni, manterrà la proprietà di quelli di competenza per il nuovo scalo, ma venderà i restanti lotti. Tra questi, sicuramente, c'è l'area di 16,4 ettari individuata dal Comune di Firenze che accoglierà la nuova Mercafir ed il trasferimento dei mercati alimentari generali andrà a liberare l'area di intervento per il nuovo stadio e cittadella viola (la ACF Fiorentina dovrebbe consegnare tutta la documentazione del progetto definitivo entro il prossimo maggio).

 

Un passo in avanti decisivo, che oltretutto non può essere ostacolato dai ricorsi pendenti al TAR contro il nuovo aeroporto, presentati dai comuni della Piana fiorentina. È bene ricordare, come ha sottolineato il Sindaco Dario Nardella e come certificano gli atti, che la nuova Mercafir a Castello è compatibile sia con l'attuale pista, sia con la futura da 2.400 metri. “Con il nuovo PUE (Piano Urbanistico Esecutivo, ndr) abbiamo azzerato l'effetto domino – disse Nardella in occasione della presentazione dell'approvazione della variante urbanistica dell'area di Castello – il trasferimento della nuova Mercafir si fa a prescindere dalla nuova pista e dal nuovo stadio e lo stadio si può fare a prescindere dal nuovo aeroporto".

 

Parole chiare e, come detto, certificabili dagli atti amministrativi.

 

Per quanto riguarda stadio e cittadella viola è chiaro che, finché non si sposta la Mercafir, il progetto dei Della Valle resterà in attesa. Lo scorso dicembre fu ipotizzato che i lavori per il nuovo centro alimentare polivalente sarebbero potuti partire entro il 2019 a patto che Palazzo Vecchio fosse venuto in possesso dell'area a Castello entro l'estate, ma il sì definitivo del Ministero (che sblocca l'accordo tra NIT e Toscana Aeroporti) è arrivato con alcuni mesi di ritardo rispetto alle previsioni (la conferenza dei servizi ha registrato diversi rinvii).

A questo punto è probabile che i lavori per i mercati alimentari generali inizino nel 2020 ma, per motivi diversi, è nell'interesse di NIT, Toscana Aeroporti e Comune di Firenze accelerare. NIT vole capitalizzare, Toscana Aeroporti rientrare di parte dell'investimento di 75 milioni e il Comune (o il soggetto che realizzerà il mercato) costruire la nuova Mercafir.

 

Nel frattempo se ACF Fiorentina consegnasse tutta la documentazione del progetto definitivo per nuovo stadio e cittadella viola, una volta ottenuto il sì all'esame dei documenti, coloro che affermano, senza alcun fondamento, che “il Comune non vuole il nuovo stadio”, potrebbero permettersi di dire “muovetevi a costruire la nuova Mercafir”.

 

Donato Mongatti

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]