firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
violenza

Picchia ex compagna con calci e pugni, poi prova a strangolarla. 32enne in manette

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

E' andato a casa della ex compagna, l'ha convinta ad aprire la porta, poi l'ha aggredita chiedendole di confessare un presunto tradimento l'ha colpita al volto con calci e pugni, cercandola di strangolare. Per questo motivo un 32enne italiano è stato arrestato dalla polizia con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e violazione di domicilio.

 

La vittima, portata in ospedale, ha riportato un trauma cranico e lesioni al volto giudicate guaribili in 21 giorni. L'episodio è accaduto sabato scorso in un'abitazione alla periferia di Firenze.

 

Secondo quanto ricostruito, in passato l'uomo si era reso responsabile di altri episodi di violenza, tanto che da alcuni mesi la donna aveva deciso di interrompere la relazione.

 

Il pm di turno, Sandro Cutrignelli, ha chiesto la convalida dell'arresto e la misura della custodia cautelare in carcere per l'uomo. L'udienza si terrà domani. 

 

Secondo quanto ricostruito, nei mesi scorsi la donna si era trasferita a vivere a casa dell'uomo con le due figlie avute da una precedente relazione.

 

A dicembre, dopo l'ennesimo episodio di percosse, aveva deciso di porre fine alla relazione e si era trasferita, insieme alle figlie, senza però mai denunciare la violenza.

 

Circa un mese fa, quando è tornata nella casa per prendere alcuni effetti personali sarebbe stata nuovamente aggredita dall'uomo. 

 

Infine l'ultimo episodio di sabato scorso, in cui l'uomo, al termine di una nottata passata a litigare con lei al cellulare, si sarebbe presentato a casa sua.

 

Prima l'avrebbe invitata a non chiamare la polizia, minacciando di ucciderla se l'avesse fatto.

 

Poi avrebbe cambiato atteggiamento, convincendola ad aprire la porta dicendo che non le avrebbe fatto niente. Una volta entrato si sarebbe impossessato dalle chiavi, chiuso la serratura, poi si sarebbe avventato su di lei.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]