firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Studio di Legambiente

Firenze maglia nera dell'inquinamento ambientale

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Firenze guida la classifica delle illegalità ambientali in Toscana: lo afferma Legambiente, che nel corso di Festambiente a Rispescia (Grosseto) ha presentato i dati toscani 2010 del rapporto Ecomafia divisi provincia per provincia. La maglia nera, si legge in una nota, spetta a Firenze con 560 infrazioni, dodicesima provincia a livello nazionale; seguono Livorno (519), Lucca (243), Siena (171), Grosseto (163). Firenze guida la classifica negativa, davanti a

Livorno e Lucca, anche per quanto riguarda il ciclo dei rifiuti: 68 infrazioni, 81 persone denunciate e 24 sequestri effettuati. Nel ciclo del cemento invece la provincia di Livorno è prima con 147 infrazioni accertate: è la terza a livello nazionale dopo Napoli e Reggio Calabria con 12,1 reati per 100kmq, 176 persone denunciate e 22 sequestri. «Anno dopo anno - ha commentato Angelo Gentili, coordinatore nazionale Festambiente e segreteria nazionale Legambiente - l'ecomafia in Toscana assume contorni sempre più preoccupanti non dobbiamo abbassare la guardia, creare quel sistema di 'legalità organizzatà di presidio del territorio e non lasciare da sole le forze dell'ordine e i magistrati, che continuano a fare un ottimo lavoro e che per questo ringraziamo». (ANSA).

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]