firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
decisione del pontefica

VIDEO Prete pedofilo, Papa Francesco caccia don Glaentzer. Ex parroco è stato ridotto a stato laicale

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Don Paolo Glaentzer, condannato a 4 anni e 4 mesi per abusi su una bambina nel fiorentino, è stato ridotto allo stato laicale.

 

La decisione è stata presa da Papa Francesco in continuità con una linea di estremo rigore del Pontefice contro gli abusi sessuali e la pedofilia nella Chiesa.

"La Congregazione per la Dottrina della Fede ha reso noto che il Santo Padre Francesco ha deciso la dimissione dallo stato clericale del reverendo Paolo Glaentzer, sacerdote incardinato nella Diocesi Suburbicaria di Sabina-Poggio Mirteto, già amministratore parrocchiale della Parrocchia di San Rufignano a Sommaia", ha spiegato in una nota l'Arcidiocesi di Firenze. Paolo Glaentzer, ex parroco a Calenzano (Firenze), fu condannato dal tribunale di Prato il 5 marzo 2019 per gli abusi su una bambina. 

 

L'uomo quando fu sorpreso era in auto con la piccola di 10 anni e rischiò anche il linciaggio. Non era la prima volta, per sua stessa ammissione ai nostri microfoni (GUARDA IL VIDEO IN BASSO), che il prete di 71 anni aveva contatti con la piccola, figlia di una coppia a cui dava assistenza, considerate le condizioni disagiate in cui si trovava la famiglia.

 

Oltre alla condanna, con il rito abbreviato, il gup di Prato aveva previsto anche una provvisionale per il risarcimento danni in favore della piccola pari a 50.000 euro e una serie di pene accessorie, tutte volte a proibire eventuali contatti con minori.

 

Era stato annunciato anche che sarebbe stato avviato un processo canonico contro Glaentzer, iniziativa che ha portato alla decisione di spretare l'ex parroco.

 

Durante il procedimento il prelato si era difeso spiegando che i suoi "erano solo gesti d'affetto" e che non credeva che la bambina "fosse così piccola". Il suo legale aveva chiesto per lui una perizia psichiatrica, rigettata dal giudice, adombrando il sospetto che il prete potesse essere incapace di intendere e di volere.

 

La parrocchia dove prestava servizio l'imputato fa parte della diocesi di Firenze, che si era costituita parte civile al processo, caso unico in Italia.

 

Foto di Paolo Lo Debole

Video di Matteo Calì

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]