firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
GDF in azione

Arrestato a Vinci un pericoloso trafficante di armi

Ricercato in tutta Europa è stato arrestato all'alba.
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Un pericoloso trafficante di armi di origine albanese, latitante da 11 anni e ricercato in tutta Europa, è stato individuato e arrestato dalle fiamme gialle fiorentine.
KULLA Besnik, di circa 30 anni, si nascondeva a Vinci in una abitazione come tante altre. Nessuno, tranne gli uomini del G.O.A. del Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze, poteva immaginare che in quell'abitazione si nascondesse un pericoloso e violento trafficante di armi e munizioni da guerra.
 L’operazione è scattata alle prime luci dell’alba. L'abitazione è stata circondata dalle Fiamme Gialle e dopo pochi minuti i militarihanno fatto irruzione nell’appartamento immobilizzando il ricercato che non ha opposto resistenza.
KULLA ha però cercato di nascondere la propria identità, haesibito ai militari un passaporto albanese con altre generalità e ha protestato inscenando uno scambio di persona.
Il ricercato però non aveva imparato la data di nascita riportata sul passaporto falso che stava esibendo ed è stato quindi facilmente e immediatamente smascherato.
Il successivo controllo effettuato sulle impronte digitali ha confermato inequivocabilmente la vera identità del soggetto che è stato immediatamente tratto in arresto.
 I controlli effettuati dalle Fiamme Gialle hanno permesso di appurare anche un’altra pendenza in carico al KULLA riguardante un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Orvieto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. In particolare il KULLA dovrà scontare un anno e mezzo di carcere in Italia e solo successivamente verrà estradato in Albania. L’albanese, denunciato per utilizzo di documenti contraffatti, è stato quindi condotto nel carcere di Sollicciano.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]