firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
La visita del Presidente

Una Firenze tricolore accoglie il Capo dello Stato

Napolitano riceve da Giani una copia autentica del decreto sul Tricolore del 1859
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Una giornata all'insegna del tricolore quella di oggi. Firenze si è vestita di verde bianco e rosso per accogliere il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, oggi e domani in visita alla città. Per le vie del centro bandiere italiane alle finestre di uffici e abitazioni così come suggerito dal sindaco Renzi e la cittadinanza sembra aver risposto con prontezza ed entusiasmo.
Nel tardo pomeriggio Napolitano si è recato in Santa Croce per prendere parte al convegno sui 150 anni dell'Unità d'Italia e anche qui veicolo dell'accoglienza della città è stato il Tricolore sotto forma, stavolta, di un omaggio del presidente del Consiglio comunale di Firenze, Eugenio Giani, a Giorgio Napolitano. Si tratta di una copia autentica del decreto sul Tricolore del 1859, ritrovato nell'Archivio storico del Comune.
L'11 maggio 1859 il governo provvisorio della Toscana, insediato da circa 15 giorni all'indomani della fuga del Granduca, vide due fatti fondamentali: l'inserimento di Ricasoli come ministro degli Interni nel governo, e l'approvazione per la prima volta nella storia della Toscana del tricolore come bandiera ufficiale del Granducato. Il testo del decreto, all'articolo 2, afferma che ''i tre colori nazionali saranno disposti in liste verticali nell'ordine seguente: il verde all'asta, il bianco in mezzo, il rosso fuori''. Giani, nel rivolgersi al capo dello Stato, ha detto: ''Grazie di cuore, Signor Presidente, per come i valori di libertà, indipendenza, solidarietò, identità culturale del popolo italiano sono da Lei interpretati oggi secondo i più alti ideali del nostro Risorgimento".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]