firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Querelle Antognoni - Teotino

Antognoni: "Mi sento molto amareggiato"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Su Il Giornle della Toscana, , Mario Tenerani  ha realizzato un'intervisa a Giancarlo Antognoni, nella quale l'Unico 10 commenta amaramente ciò che è accaduto ieri tra lui e Gianfranco Teotino.

 

 

''Come mi sento? Molto amareggiato. La Fiorentina aveva sempre sostenuto che quando si fosse materializzata la possibilità io sarei stato preso in considerazione. Invece vedo che mettono dentro alcuni ex viola e io non ci sono. Se ho sentito la Fiorentina? L’ultimo colloquio risale al 4 marzo scorso, quando organizzammo l’Antognoni’s Day al Pala Mandela. In quell’occasione cercai di radunare tutta la Fiorentina perché i viola stavano vivendo un momento critico. Mi pareva giusto lanciare un segnale alla città, un inno alla coesione in un frangente delicato. Venne la Fiorentina al gran completo, tranne i Della Valle. E per questo ci rimasi male. Poi ho letto stamani (ieri mattina per chi legge, ndr) su Facebook, una domanda precisa rivolta a Gianfranco Teotino, nuovo capo della comunicazione della Fiorentina. Un signore che fino a ieri ha parlato male della Fiorentina, soprattutto in occasione di Calciopoli: bene, lui ha risposto alla domanda presumo posta da un tifoso, sostenendo che la Fiorentina non mi aveva preso perché io avevo fatto alla società degli sgarbi.  Ma come si permette? Quali sgarbi? Ma ci rendiamo conto? E se questo deve essere il nuovo corso della comunicazione della Fiorentina. Io non ho mai detto che i DV mi avrebbero dovuto assumere, ci mancherebbe altro. Però almeno ora, come ho già spiegato, ho la certezza che non mi volevano. Anche se il motivo reale non lo conosco... E a questo punto basta: non voglio più leggere, da nessuna parte, storielle inventate come quella degli sgarbi o altro. Cose che nascono per condizionare il giudizio di qualche tifoso. Ma per fortuna conosco bene la gente viola. So che i sostenitori della Fiorentina su di me hanno le idee molto chiare, loro guardano i fatti, non le parole. Come mi comporterò con la Fiorentina? Come sempre. Stando al mio posto e parlando meno possibile della Fiorentina. Oltre tutto, mi onoro di essere un rappresentante della Federazione e voglio tenere un comportamento lineare e corretto, come ho sempre fatto, del resto. Le reazioni dei tifosi? Firenze ha spinto molto e io ringrazio tutti coloro che si sono adoperati: per l’ennesima volta mi hanno dimostrato il grande amore che nutrono nei miei confronti. Questo affetto è l’unica cosa che resta indelebile dentro me per sempre e nessuno, sottolineo nessuno, riuscirà a togliermela o scalfirla. Io alla Fiorentina un giorno? Con questa proprietà non si entra, ormai è un fatto acclarato, ampiamente dimostrato dagli eventi. Sul futuro, invece, non si possono mettere ipoteche. Staremo a vedere. Cosa auguro alla Fiorentina? Di fare chiarezza soprattutto con i tifosi perché mi pare che in questo momento non ce ne sia abbastanza. Forse sarò sfortunato io, ma tutti quelli che incontro e mi fermano per strada, non hanno ancora capito in quale direzione viaggi la Fiorentina. Mi rendo conto che in città c’è una mancanza di entusiasmo pressoché totale. E invece Firenze merita ben altro: è abituata a bruciare di passione per i viola. Io ne so qualcosa. Se tornerò allo stadio? No. Magari andrò a vedere la Primavera e gli Allievi. Così almeno eviterò di incontrare persone che non voglio vedere.''

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]