firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Liberazione di Firenze

Casapound rende omaggio ai Franchi tiratori

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Un corona di fiori deposta al sacrario militare delle Repubblica sociale italiana al cimitero di Trespiano. Così i militanti di CasaPound hanno voluto rendere omaggio ieri mattina ai franchi tiratori e a tutti i caduti della Rsi a poche ore dalle celebrazioni per la Liberazione di Firenze. «Celebriamo il sacrificio di coloro che, giovanissimi, dettero la vita in difesa dell'ideale che ancora oggi alimenta e rinvigorisce la nostra azione politica», si legge in una nota di CasaPound Firenze. Nei giorni scorsi un'iniziativa analoga era stata

annunciata per oggi dal centro sociale di destra Cassagì e subito si erano scatenate polemiche in vista delle celebrazioni per il sessantaseiesimo anniversario della Liberazione che la città celebra oggi. Per CasaPound è giusto «ribadire il grande valore spirituale del loro gesto estremo. Chiamati codardi e criminali di guerra da coloro che legittimano il potere politico sulle azioni compiute da banditi e disertori (che proprio in quei giorni del '44 uscivano dalle loro tane) - si legge nella nota -, i franchi tiratori sono ben altro: non assassini di civili inermi, non soltanto militi disperati in una città già persa, bensì soldati consapevoli che il loro gesto estremo sarebbe stato il punto di partenza di una riscossa che si fonda sul loro sangue». «Commemorare i franchi tiratori, quindi significa prima di tutto riconoscere in loro la fiducia assoluta nel futuro: la certezza che il nostro popolo saprà fare di nuovo dell'Italia una nazione libera e forte», conclude la nota.

 

fonte: ANSA

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]