firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Firenze riparte a sinistra

Pubblicità sul Battistero, Trombi: "Firenze non è una merce"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

"Apprendiamo dalla stampa che il sindaco Nardella si sia infuriato per via della richiesta di fasciare il battistero con una pubblicità, i cui proventi sarebbero stati impiegati per ripulire il monumento. E ne è conseguita una modifica al regolamento sulla pubblicità, proposta dall'assessore Bettarini, che impone, per 5 monumenti, di passare per la giunta prima di avere l'approvazione.
Forse sarebbe meglio se si passasse dal consiglio, che è organo di indirizzo e controllo: il messaggio, per quanto ci riguarda, è piuttosto semplice. Firenze non è una merce. È bella, è ricca di storia e monumenti, è ricca di cultura e di scorci di una bellezza da mozzare il fiato. Tuttavia non dovrebbe essere svenduta. E in alcuni casi nemmeno venduta o affittata". Lo ha dichiarato ieri il Consigliere Comunale Giacomo Trombi (Firenze riparte a sinistra) in occasione della seduta consiliare di ieri pomeriggio a Firenze.
"Per quanto dura possa essere la situazione - ha proseguito - la dignità di una città si vede anche dalla forza che questa ha nel dire no, per quanto possa essere solleticante la pur indecente proposta, dire no a chi se la vuole comprare o affittare, o a chi la voglia rivestire con le proprie pubblicità. Per di più, per pochi spiccioli. Pochi spiccioli non per me, ma per il valore della città. E più prosaicamente per il suo valore di mercato come vetrina pubblicitaria.
Avete affittato Palazzo Vecchio alla Mont Blanc, Ponte Santa Trinita a Ricci, Ponte Vecchio ai ferraristi. E il battistero lo avete già fatto avvolgere da un foulard. Per altro chi mise il foulard, contribuendo nella misura oltremodo significativa di euro mille per la ripulitura del battistero, fu esentato dal pagare la pubblicità, in virtù del regolamento stilato dall'allora assessore allo sviluppo economico.
Abbiamo fatto cassa, mi direte voi. In realtà avete svenduto per pochi spiccioli i nostri gioielli ai primi ricconi che si sono fatti avanti, diciamo noi. E ora vi infuriate se arrivano altri che vorrebbero usufruire di uno dei palcoscenici più belli del mondo, per altro a prezzi stracciati? Perché una pubblicità sul battistero no, ma dei ricconi che pasteggiano su un ponte sì? Perché Ricci sì e l'agenzia pubblicitaria milanese no? Avete cambiato idea perché reputate che il nostro patrimonio non vada svenduto o perché Lucchesi è caduto in disgrazia?
A nostro avviso - ha concluso - l'introduzione della discrezionalità nel regolamento, facendo passare tutto per la giunta, non risolverà il problema di fondo, perché abbiamo già visto in che modo vengono valutate le richieste".

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]