firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
sondaggio

Taxi; il servizio è buono ma i fiorentini non li prendono mai

Nota dolente: le tariffe. Il Pdl "l'offerta taxi va aumentata"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Solo il 2 per cento dei fiorentini utilizza abitualmente il taxi, mentre l’80 per cento non lo usa mai. Il problema? Il prezzo, troppo alto; sebbene il servizio venga giudicato buono dagli stessi clienti.  E’ quanto emerge dall’indagine condotta dall’Ufficio statistica del Comune di Firenze per conoscere l’opinione di cittadini e utenti sul servizio taxi nella nostra città, iniziativa promossa dal vicesindaco Dario Nardella e realizzata con collaborazione delle cooperative dei tassisti fiorentini, degli ordini professionali e delle associazioni di categoria.
“Siamo soddisfatti nel rilevare che chi usa il taxi ha un buon giudizio del servizio – afferma il vicesindaco – anche se emerge come punto critico il tema delle tariffe. Il taxi è un servizio pubblico e noi come amministrazione abbiamo il compito di disciplinarlo: questa indagine ci servirà per capire come intervenire e quando metteremo mano al settore, terremo conto di queste indicazioni. Uno dei nostri obiettivi è quello di ridefinire il sistema tariffario, in particolare utilizzando maggiormente le tariffe predeterminate a prezzo fisso per le destinazioni di pubblica utilità, come ospedali, stazioni, cimiteri”.
Sulla questione è intervenuto anche il gruppo del Pdl; secondo il capogruppo Marco Stella "la priorità per una città come Firenze deve essere l’aumento effettivo dell’offerta taxi". Secondo il consigliere l'indagine presentata stamattina in conferenza stampa dal vicesinfaco manca di alcuni dati; per esempio "quanti sono i taxi in rapporto ai residenti e ai turisti e quante sono le licenze taxi nelle altre città italiane in rapporto ai residenti. Poi, serve uno studio per definire le caratteristiche della domanda, gli equilibri del mercato e le modalità di contatto. Soprattutto, deve essere definito il volume e la tipologia di domanda insoddisfatta e la sua distribuzione territoriale, affinché si arrivi all'aumento effettivo dell'offerta". Quindi la questione delle tariffe "è facoltà dei comuni deciderle -prosegue Stella .  ed è del tutto evidente come a Firenze a seguito delle pedonalizzazioni, e dei conseguenti cambiamenti repentini del traffico il prezzo medio di una corsa in taxi sia aumentato.
Altro fattore che influisce sul costo medio delle corse sono le corsie preferenziali, a Firenze oggi ci sono soltanto 26 km di corsie preferenziali rispetto ai 29 di Genova, i 35 di Torino o i 103 di Roma, solo per fare alcuni esempi.
Crediamo che vi sia una reale esigenza di aumentare l’effettiva offerta del servizio taxi per andare incontro alle esigenze dei fiorentini, pensando anche a soluzioni innovative: il Comune non perda più tempo”.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]