firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
fiume

I pesci 'padani' minacciano l'Arno

I risultati di uno studio della Provincia sulla xenodiversità ittica. Illustrati i primi risultati della campagna di cattura del pesce Siluro
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

“La nuova Carta ittica realizzata dalla Provincia di Firenze ci offre una fotografia esatta dello stato di conservazione dell’ittiofauna nel territorio fiorentino. Un risultato importante, con un livello di dettaglio che non ha precedenti, ottenuto grazie ad una rete di monitoraggio di ben 120 stazioni e alla collaborazione dell’Università degli Studi di Bologna”. Laura Cantini, vice presidente e Assessore alla Pesca della Provincia di Firenze commenta così i risultati dell’indagine avviata dal suo Assessorato sui corsi d’acqua fiorentini che sono stati presentato oggi nel corso di un convegno scientifico organizzato dall’Università di Firenze dal titolo “Le interazioni tra cambiamento climatico e specie invasive: rischi e opportunità”, tenutosi al Museo di Storia Naturale. “Lo studio – spiega Andrea Lenuzza, dell’ufficio pesca della Provincia di Firenze - ha evidenziato che i massimi livelli di xenodiversità ittica sono stati rinvenuti nelle acque correnti del bacino dell’Arno, dove a fronte di 10 specie ittiche autoctone sono presenti almeno 6 forme padano-venete e 14 specie in origine aliena alla fauna italiana. Meno preoccupante lo stato delle acque correnti del versante adriatico dove è stata rinvenuta un’unica specie transfaunata (di origine tosco-laziale /italico peninsulare) e non sono risultate presenti specie alloctone”. Il materiale raccolto sarà oggetto di pubblicazione a distribuzione gratuita nel scorso del 2012 da parte dell'amministrazione provinciale. Il convegno fiorentino, incentrato sulle problematiche delle specie aliene, ha anche visto la presentazione dei risultati della prima campagna di controllo del siluro e pesce gatto punteggiato, realizzato dalla Provincia in collaborazione con Arci Pesca e Museo di Storia Naturale, nel corso del quale sono stati prelevati dall’Arno fiorentino circa 140 esemplari delle due specie alloctone. La Provincia di Firenze nel 2011 ha dato infatti attuazione al Piano di controllo del siluro (Silurus glanis) e del pesce gatto punteggiato (Ictalurus punctatus) nell’Arno fiorentino tramite una serie di interventi di cattura, volti alla riduzione delle densità delle due specie ittiche alloctone e dei loro impatti sulla restante componente ittica. Gli esemplari, catturati con reti ed elettrostorditore, sono stati traslocati in appositi bacini di stoccaggio isolati dal reticolo idrico superficiale. L’iter procedurale messo a punto con questi primi interventi costituisce il presupposto per il proseguimento degli interventi di controllo nei prossimi anni e per il monitoraggio dei risultati ottenuti.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]