firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Manifesto europee

Nardella:"D'accordo con Calenda. Ok a una nuova immagine partito, non dimentichiamoci nome nuovo leader"

Serve una lista unica di forze politiche e civiche unite nell'interesse di una nuova Europa
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Dario Nardella firma il “Manifesto per la costruzione di una lista unitaria delle forze europeiste”, la proposta di Carlo Calenda in vista delle prossime elezioni europee. Una lista unica di forze politiche e civiche, unite nell'interesse di una nuova Europa, che si rialzi dalle botte prese fino ad ora e che ricominci da ideali liberali e democratici, su cui costruire una politica internazionale, che sia davvero vicina ai problemi di milioni di persone. Non è abbattendo l'Europa che si risolvono i problemi, ma solo riscrivendone le basi. Questa la posizione scritta nero su bianco da Calenda e appoggiata subito da molte figure della politica, da Giogio Gori a Beppe Sala, Enrico Rossi, Maurizio Martina, Nicola Zingaretti, l'ex premier Paolo Gentiloni ed il governatore piemontese Sergio Chiamparino tra gli altri.

 

Tra i primi a dare sostegno alla causa, il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, sempre dalla parte di chi unisce, cercando nella politica dell'inclusione una grande possibilità e mai una privazione.

 

Nardella si è detto favorevole ad un cambio di nome e simbolo del Partito Democratico, ma solo nel momento in cui ci sarà un nuovo leader, vincente ed affidabile e che non potrà più chiamarsi Matteo Renzi. Al centro della questione, invece, quei mondi che fino ad oggi si sono sentiti traditi dalla politica, come i territori, ponendo i sindaci in una posizione di maggioren rilevanza rispetto a come si sia mai fatto fino ad oggi.

 

Settimane di salotti mediatici e di paroloni forti che rimbalzano da Roma a Bruxelles come un boomerang, giorni in cui si preferisce chiudere porti e "aprire le bocche per dare aria", quella che manca da molto tempo in Italia.

 

Purtroppo tutto l'odio è tornato fuori dai tombini, dalla bocca di politici presuntuosi, dai pensieri reconditi della gente e dai titoli di giornali classisti.

 

Siamo certi che tornare indietro sia l'unica strada per andare avanti? Che l'involuzione sociale e civile sia il rimedio al nostro futuro?
Forse invece servirebbe buon senso e umanità, quella che sta fluttuando laggiù, in fondo al mare.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]