firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
pena leggermente ridotta

Duplice omicidio via Fiume, Alessi condannato in appello a 28 anni

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Condanna a 28 anni nel processo d'appello a Mirco Alessi, colpevole reo confesso del duplice omicidio di via Fiume, avvenuto a Firenze nel giugno del 2016. L'uomo uccise con 94 coltellate una trans brasiliana ed una ragazza dominicana, ferendo poi gravemente una terza inquilina dell'appartamento.
 

Alessi era stato condannato a 30 anni dalla Corte d'Assise di Firenze. Per il reo confesso, il pubblico ministero, in primo grado, aveva richiesto l'ergastolo ma i giudici avevano sposato la tesi difensiva dei legali dell'uomo.

 

Alessi, difeso dall'avvocato Massimiliano Manzo, con la collega Maria Rosa Pisani, colpì la prima delle sue vittime in preda ad un impeto di rabbia ed esasperazione, dopo le continue richieste di denaro della vittima.

 

"Siamo soddisfatti perché i giudici hanno capito che Mirco ha sbagliato - ha dichiarato il legale dopo la lettura della sentenza - oggi è consapevole dei suoi errori, che ha ammesso immediatamente, e, scontata la pena, potrà tornare ad abbracciare suo figlio".

 

IL RACCONTO DI QUELLA NOTTE DURANTE IL PROCESSO DI PRIMO GRADO 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]