firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Scoperta una maxi evasione fiscale

Crac Epolis: denunciate sette persone per il fallimento

Sequestrati beni per 9 milioni di Euro
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Svolta nell'inchiesta sul fallimento del gruppo editoriale EPolis che distribuiva, in diversi comuni italiani, quotidiani free-press (in città molti ricorderanno Il Firenze). La Guardia di Finanza ha accertato una maxi evasione fiscale di 9 milioni di euro da parte del gruppo, cosicché sono stati sequestrati beni per un valore complessivo di tale cifra e sono state denunciate sette persone appartenenti ai vertici aziendali e alle società finite nell'inchiesta.

L'indagine della Procura di Cagliari era nata, appunto, per far luce sul dissesto finanziario che portò alla chiusura di tutte le redazioni locali ed ha lasciato senza lavoro 118 giornalisti, assieme altri 200 lavoratori tra amministrativi e tecnici. Come denunciato dall'Associazione Stampa Sarda,  la società ha lasciato debiti per milioni di euro, si stima 107, omettendo anche il versamento delle quote di previdenza per i giornalisti dipendenti. Moltissimi redattori hanno continuato a lavorare senza percepire lo stipendio, non è stato riscosso luglio, agosto e settembre (2010) e dal primo ottobre sono tutti in cassa integrazione. Da mesi si respirava una brutta aria nella redazione de Il Firenze , erano otto i redattori, gli ultimi mesi sono rimasti in quattro e poi gli hanno dato il benservito.

 

Aggiornamento delle 15:00

 

C'e' l'ex editore Alberto Rigotti, 61 anni, fra i sei indagati (e non sette come appreso in un primo momento) per l'evasione fiscale da 9 milioni di euro scoperta dalla guardia di finanza di Cagliari nella prima tranche dell'inchiesta economico-finanziaria della procura sul gruppo editoriale Epolis, dichiarato fallito il 13 gennaio scorso dal tribunale cagliaritano. Epolis deteneva il 100% della concessionaria per la pubblicita' sulle testate del gruppo, PubliEpolis. A Rigotti, imprenditore di origine trentina residente a Milano, la procura contesta il mancato versamento di ritenute alla fonte per emolumenti erogati ai dipendenti, quand'era presidente del cda di Epolis. Con lui sono stati denunciati Sara Cipollini, 39 anni, di Legnano (Milano), amministratore delegato della societa' Epolis dimessasi nel 2009; Francesco Ruscigno, 52 anni, noto commercialista di Aversa (Caserta), gia' consigliere di amministrazione, incaricato di gestire gli aspetti economico-finanziari del gruppo; Carlo Momigliano, 48 anni, di Milano, gia' consigliere e amministratore delegato della PubliEpolis spa; Claudio Noziglia, 48 anni, di Milano, vice presidente e poi presidente della PubliEpolis; Vincenzo Maria Greco, 66 anni, di Roma, consigliere, vicepresidente del cda dal gennaio 2001 e considerato, anche dalle testimonianze raccolte, il vero "dominus" del gruppo Epolis. Gli inquirenti hanno ricostruito l'organigramma del gruppo fallito. Alla societa' madre, che controllava la PubliEpolis, sono riconducibili sei societa' che detenevano quote di Epolis spa: Editoriale gamma srl con sede a Milano, Valore editoriale spa di Milano, Mediapolis S.a., con sede in Lussemburgo, Investimenti editoriali srl con sede a Roma, in liquidazione, presieduta da Ruscigno fino al marzo scorso, Gestioni immobiliari srl, con sede a Napoli, e Managment Engineering Consulting spa, con sede a Torino. Gli omessi versamenti di ritenute alla fonte accertati dalla guardia di finanza per EPolis spa si riferiscono ai periodi d'imposta 2006, 2007 e 2008, anni in cui Rigotti era rappresentante legale della scoieta'. Riguardo a PubliEpolis, invece, l'omesso versamento riguarda gli anni dal 2007 al 2009. Oltre che denaro, conti correnti e titoli, agli indagati sono stati sequestrati una casa a Courmayeur, terreni, fabbricati e case (una di 13 vani) nel Comasco, nel Napoletano, nel Barese, nel Milanese e a Santa Margherita Ligure (Genova).

 

fonte: AGI

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]