firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
esclusivo

VIDEO - Falso invalido truffa lo Stato e passeggia per Firenze. "Vada dai politici"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Questa storia potrebbe essere la trama di un film o quella di un romanzo.  E invece è un clamoroso caso di truffa allo stato andato avanti per 10 anni, dove tra le vittime ingannate c'è anche Papa Francesco.

 

Il protagonista è questo signore che cammina nel video, Roberto Guglielmi, 59enne fiorentino, ex ragioniere, ufficialmente paraplegico. Secondo la procura di Firenze però è chiaramente un falso invalido che per mandare avanti il suo show è capace di tutto. Per questo motivo Guglielmi è indagato per truffa allo stato, falso ideologico e sostituzione di persona. 

 

Ma per capire questa storia bisogna tornare al 2007, quando la truffa inizierebbe a muovere i suoi primi passi.

 

Dalle indagini è emerso che Guglielmi quell'anno avrebbe finto un incidente stradale con un suo conoscente in Versilia. In pratica si misero d'accorso affinchè il complice investisse Guglielmi sulle strisce. E così fu, tanto che arrivò anche un lauto rimborso assicurativo con cui avrebbe ricompensato il complice, un suo inquilino moroso con gli affitti che in cambio di alcune mensilità arretrate si sarebbe prestato alla truffa. 

 

Ma da quell'incidente Guglielmi ne esce ufficialmente paraplegico, grazie ad un certificato falso. Da quel momento inizia a muoversi su una sedia a rotelle, e si avvia verso una vera e propria escalation di truffe, portata avanti in modo così ostinato e convincente da ingannare chiunque. 

 

Guglielmi inizia il suo abile e perverso gioco, inganna i medici che lo visitano arrivando ad iniettarsi lidocaina per indebolire il tono muscolare delle gambe. Si sottopone a terapie traumatiche. 

 

Così nel 2012 ottiene la pensione d'invalidità e in base alle accuse, da quell'anno fino al 2018 Guglielmi avrebbe incassato dall'Inps, senza averne alcun titolo, 80 mila euro per la pensione ordinaria di inabilità, 57 mila euro a titolo di pensione di invalidità civile e di accompagnamento oltre 15 mila euro di contributi da parte del comune di Firenze e a tutta una serie di ricoveri ospedalieri a spese della Asl. 

 

Ma la truffa non finisce qui. Il Frank Abagnale fiorentino inizia ad interpretare vari ruoli per ottenere favori di ogni tipo. Una volta si finge l'avvocato del ministero della Giustizia Iacopo Morrone, oppure si presenta ad altri come l'avvocato Daniele Longo. 

 

Indomito prosegue a spacciarsi per altre persone con una fantasia quasi affascinante. In qualche occasione è il segretario particolare del Guardasigilli, poi quello di un assessore regionale toscano. Si presenta anche come monsignor Robert David Murphy, segretario di Stato in Vaticano.  Ma all'uomo piacciono soprattutto i gradi militari, tanto che si finge il generale Giovanni Basile e in un'altra occasione è il generale Giuseppe Gemma. 

 

Il nostro impostore interpreta nella sua truffa anche il ruolo di assessore, sottosegretario, poliziotto. C'è da dire che Guglielmi ha varie conoscenze anche tra le forze dell'ordine, tanto che un luogotenente dei carabinieri è indagato proprio per i favori fatti all'amico 'paraplegico'. 

 

Al nostro ragioniere piace anche apparire, sfruttando il suo presunto handicap

 

Infatti, nel 2013 mette in scena una protesta, accusando il Pd di Firenze di non avergli permesso di esercitare il voto a domicilio in occasione delle primarie.  Ma il momento più alto della sua interpretazione Guglielmi lo tocca nel 2014. Quando scrive alcune lettere a Papa Francesco e gli racconta la storia dell'incidente, il trauma che lo ha costretto  sulla carrozzina e la sua sofferenza tanto che una sera il Pontefice lo chiama al telefono. 

E l'anno successivo lo riceve in udienza privata in Vaticano come documentato da una foto finita agli atti dell’inchiesta. 

 

Ma il protagonismo dell'uomo non si placa e alle scorse elezioni amministrative prova a candidarsi nella lista civica dell'ex senatore Graziano Cioni. A cui si presenta come capitano dei Ros rimasto in carrozzina dopo essere stato ferito in un conflitto a fuoco in una missione internazionale. Ma le ambizioni politiche di Guglielmi si fermano ad Aprile quando l'uomo viene fermato all'aeroporto di Firenze mentre rientra da una vacanza in Togo e gli agenti della squadra mobile lo sorprendono beato a camminare con le proprie gambe. 

 

Per l'uomo scattano immediatamente gli arresti domiciliari. Però da alcune settimane la misura cautelare è stata attenuata e Guglielmi può uscire liberamente. Così abbiamo provato a fargli qualche domanda ma non l'ha presa proprio bene. 

 

Video di Matteo Calì

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]