firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Comunità cinese

Tenta di uccidere la collega mentre lavorano

L'uomo arrestato dai carabinieri, la gelosia il probabile movente
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ancora un episodio di degrado e violenza nella comunità cinese. Movente, forse, la gelosia. La scorsa notte, intorno all'una, un uomo di 35 anni ha colpito ripetutamente all'addome con un utensile accuminato una compagna di lavoro, di 40 anni, causandole ferite gravissime ed emorragie. Il fatto è accaduto all'interno di una pelletteria di San Colombano, frazione di Scandicci. Feritore e vittima sono entrambi operai cinesi; lui abita a Scandicci, lei a Lastra a Signa. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri; dovrà rispondere di tentato omicidio. La donna è stata sottoposta ad un complesso intervento chirurgico all'ospedale di San Giovanni di Dio. L'intervento è durato diverse ore. Al momento i carabinieri ipotizzano che il movente dell'aggressione sia la gelosia. Verso le una tra i due sarebbe sorta una discussione mentre stavano lavorando. Poi l'uomo avrebbe afferrato dai banchi uno strumento per la lavorazione dei pellami e l'avrebbe usato come arma per colpire più volte la donna. Altri cinesi l'avrebbero fermato e chiamato i soccorsi.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]