firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
ai domiciliari

Abusa di una mamma nel parcheggio, arrestato autista scuola privata

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Avrebbe abusato sessualmente di una donna all'interno dentro il minivan della ditta di trasporti cui è dipendente, che offre un servizio privato di accompagnamento di bambini a scuola.

 

Con questa gravissima accusa un 64enne è stato arrestato dalla squadra mobile di Firenze per violenza sessuale in esecuzione di una misura di custodia cautelare ai domiciliari.

 

Secondo quanto emerso, l'uomo lavorerebbe da tempo come autista per la società, che offre un servizio di accompagnamento degli alunni per conto di una scuola privata a Firenze. La presunta violenza, risalente all'ottobre 2019, si sarebbe verificata nel parcheggio dell'istituto scolastico, dove l'uomo aveva dato appuntamento alla mamma di un bambino, che lo aveva contattato dicendosi interessata ad usufruire del servizio di accompagnamento per il figlio.

 

Il 64enne dunque l'avrebbe fatta salire nel van con il pretesto di definire il costo del servizio, e poi per circa dieci minuti l'avrebbe palpeggiata impedendole di uscire dal veicolo. Dopo essere riuscita a scappare, la donna avrebbe dato subito l'allarme parlando prima con un'amica e poi col personale della scuola.

 

Dopo si sarebbe recata al pronto soccorso, dove le sarebbe stato riscontrato uno stato di forte ansia dovuto all'accaduto.

 

Le indagini, coordinate dal pm Giacomo Pestelli, sono state condotte anche attraverso l'acquisizione delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza della scuola.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]