firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

la comunità degli abusi

Forteto, vittime chiedono allo Stato risarcimenti fino 2 milioni di euro

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Cause civili sono state promosse da cinque vittime del Forteto, la comunità a cui il tribunale affidava minori in difficoltà, il cui fondatore e 'guru' Rodolfo Fiesoli (nella foto) è stato condannato in via definitiva nel novembre del 2019 a 14 anni e 10 mesi per violenza sessuale e maltrattamenti. La richiesta di risarcimento è nei confronti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, responsabile per il ministero della Giustizia. Lo hanno reso noto gli avvocati Marco Antonio Vallini e Giovanni Marchese, questa mattina, in occasione di una conferenza stampa.

 

Le citazioni a giudizio, hanno spiegato i legali, sono state presentate al tribunale di Genova. Per ogni caso sono stati richiesti danni fino a 2 milioni di euro.

 

 

"Per la prima volta - ha spiegato l'avvocato Marchese - sono state effettuate delle perizie sulle vittime del Forteto, da cui sono emersi danni gravissimi, permanenti e irreversibili".

 

Sempre secondo quanto reso noto dai legali, in tre casi oltre alla Presidenza del Consiglio dei ministri sono stati citati a giudizio anche "i Comuni di Dicomano e la Asl Toscana Centro" e in due casi "i Comuni di Vicchio, di Castelfranco di Sotto e di Santa Maria a Monte", enti da cui sarebbero dipesi gli assistenti sociali coinvolti negli affidi alla comunità.

 

Prosegue intanto presso la Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, hanno precisato ancora i legali, l'iter dei 16 ricorsi presentati da quelle vittime che, per motivi di intervenuta prescrizione, non hanno potuto intentare causa civile contro lo Stato. Tutti i ricorsi, hanno reso noto sempre gli avvocati, sono stati ammessi dalla Cedu e proseguiranno il loro iter. A queste cause si aggiungono altre due cause civili che sarebbero in corso di preparazione.

 

L'INCONTRO CON RODOLFO FIESOLI

 

SECONDA PARTE

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]