firenze
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
processo

Violenza sessuale su studentesse Usa, difesa carabiniere chiede ricusazione giudice tribunale di Firenze

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

I legali dell'ex carabiniere Pietro Costa, 32 anni, uno dei due militari dell'Arma accusati di violenza sessuale per aver abusato di due studentesse statunitensi la notte tra il 6 e il 7 settembre del 2017, dopo averle riaccompagnate nella loro casa fiorentina, in Borgo Santi Apostoli, con l'auto di servizio, hanno chiesto la ricusazione del giudice Marco Bouchard, che presiede il processo.

 

Gli avvocati Daniele Fabrizi e Serena Gasperini, difensori di Costa, hanno presentato un'istanza su cui la Corte di appello di Firenze deciderà il 3 dicembre. La richiesta di ricusazione, secondo quanto spiegato dall'avvocato Fabrizi, riguarda l'incarico del giudice Marco Bouchard come presidente di Rete Dafne Italia per l'assistenza alle vittime di reati, e i rapporti della stessa Rete Dafne con il Comune di Firenze, parte civile nel processo.

 

"Bouchard è presidente di Rete Dafne Italia - afferma Fabrizi -, associazione la cui sede di Firenze è stata istituita in collaborazione col Comune che ha messo a disposizione i locali. Inoltre il Comune è anche parte civile nel processo contro Costa". Oltre al Comune di Firenze, si sono costituite parti civili nel processo a Costa, aperto l'11 maggio scorso e che si svolge a porte chiuse, la giovane che avrebbe subito la violenza dall'imputato, il Ministero della Difesa e l'Arma dei carabinieri.

 

L'altro ex carabiniere coinvolto nella vicenda, l'ex appuntato scelto Marco Camuffo, il capo pattuglia, 44 anni, è stato condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione con rito abbreviato l'11 ottobre 2018. I legali di Costa presenteranno anche alla Corte di appello un'istanza per la sospensione del processo che, se dovesse essere accolta, potrebbe bloccare le udienze fino alla decisione della corte d'appello.

 

Inoltre, l'istanza di ricusazione, afferma ancora Fabrizi, contiene anche la richiesta di annullare alcune decisioni già prese dal giudice, tra cui l'ordinanza con la quale è stata rigettata la richiesta della difesa di riascoltare in aula la ragazza presunta vittima della violenza, già ascoltata in sede di incidente probatorio.

 

LEGGI L'APPROFONDIMENTO 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]